/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2020, 17:30

Verduno, il "Premio Fulvia" consegnato allo scrittore Antonio Scurati

La cerimonia di premiazione si è svolta ieri nella biblioteca comunale, condotta dall'editorialista del "Corriere della Sera" Aldo Cazzullo, che ha dialogato in teleconferenza col vincitore 2020

Un momento della cerimonia tenuta ieri alla biblioteca di Verduno

Un momento della cerimonia tenuta ieri alla biblioteca di Verduno

Dopo il numero zero, che nel 2019 ha visto la vittoria di Aldo Cazzullo e Fabrizio Roncone, coautori del romanzo "Peccati immortali", quest'anno la giuria del Premio Fulvia, riconoscimento destinato ai narratori contemporanei, composta da Aldo Cazzullo, Renata Salvano e Walter Boggione, ha assegnato il Premio ad Antonio Scurati per "M. L'uomo della Provvidenza", secondo volume della trilogia dedicata alla figura di Benito Mussolini, edito da Bompiani.

La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 24 ottobre nella biblioteca comunale di Verduno ed è stata condotta dall'editorialista del "Corriere della Sera", che ha dialogato in teleconferenza col vincitore 2020 Antonio Scurati.

"Il premio - sottolinea il sindaco di Verduno Marta Giovannini - è destinato ad un narratore che abbia saputo raccontare una figura femminile di particolare interesse per il lettore. Fulvia, protagonista femminile del romanzo di Beppe Fenoglio "Una questione privata" (Mimma Ferrero, la ragazza cui il personaggio era ispirato, è mancata nel maggio scorso, spentasi a 93 anni nella sua abitazione di Roma, ndr), rappresenta molto bene l'archetipo della figura che ispira il nostro premio letterario. Al tempo stesso il premio è stato pensato come evento culturale che ricorda la Resistenza e in particolare la battaglia di Verduno, citata da Beppe Fenoglio nelle pagine del romanzo. Purtroppo anche questi nostri giorni sono segnati dalla battaglia che tutti siamo chiamati a combattere per il contenimento della pandemia da Sars CoV-2. Attraverso il Premio Fulvia, Verduno celebra inoltre la sua vocazione nella produzione del Barolo e del Pelaverga: due eccellenze del nostro territorio che stanno portando nel mondo il nome di Verduno e richiamano moltissimi visitatori sulle nostre colline".

Al termine della cerimonia di premiazione è stata inaugurata la mostra fotografica di Beppe Malò "Colori e natura", allestita nello spazio polifunzionale comunale "Ugo 'd Verdun".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium