/ Attualità

Attualità | 27 ottobre 2020, 08:03

Cuneo, villa Invernizzi diventerà "casa del quartiere"? "Di recente nessun nuovo rilievo, ma l'intenzione è di recuperarla"

A parlare l'assessore Luca Serale, in risposta all'interpellanza di Ugo Sturlese: "Riteniamo che anche nel momento attuale - ha detto l'esponente di Cuneo per i Beni Comuni - sia necessario che l’amministrazione comunale si occupi della manutenzione di questo edificio"

Uno scatto dall'ultimo sopralluogo effettuato dall'amministrazione comunale

Uno scatto dall'ultimo sopralluogo effettuato dall'amministrazione comunale

L’amministrazione cuneese ha individuato una progettualità concreta rispetto al presente e al futuro di villa Invernizzi, programmando gli interventi di manutenzione e il ripristino della struttura?

Sono queste le domande - già anticipate dal nostro giornale qualche settimana addietro - poste dal consigliere comunale Ugo Sturlese (Cuneo per i Beni Comuni) al consiglio comunale nella seduta della serata di ieri (lunedì 26 ottobre): “Nonostante i dati dell’epidemia dobbiamo continuare a preoccuparci anche della vita e della quotidianità cittadina – ha detto il consigliere - . Riteniamo quindi che, anche nel momento attuale, sia necessario che l’amministrazione comunale si occupi della manutenzione di questo edificio”.

Il consigliere Sturlese ha anche incentrato una delle sue richieste di chiarimento sul consigliere Luca Pellegrino, coinvolto – a che titolo, domanda Sturlese - nel corso burocratico del PEC.

A rispondere, l’assessore Luca Serale, che ha confermato come sia attualmente in corso “la redazione di una variante al PEC iniziale che coinvolge anche villa Invernizzi; la sua riqualificazione sarà, nelle prossime settimane e mesi, uno dei temi principali nelle commissioni e nei consigli comunali. Specifico inoltre che il consigliere Pellegrino, nella faccenda, non agisce a nome del Comune o del suo gruppo consigliare ma come libero professionista”.

Il tema è stato al centro di uno degli ultimi incontri che abbiamo avuto con i comitati di quartiere – ha aggiunto l’assessore – che, in uno degli ultimi giorni dello scorso gennaio, ha dettato alcuni punti su cui volevano fosse rifondato il nuovo PEC, tra cui anche un focus sulla villa: questi sono stati immediatamente trasmessi alla proprietà”. “Di recente non c’è stato nessun rilievo, ma non mancheremo di intervenire. Villa Invernizzi la volgiamo recuperare. E farla diventare, magari la casa del quartiere”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium