ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 13 novembre 2020, 13:07

La Granda stravince la classifica delle migliori scuole piemontesi: prima piazza in 11 categorie su 13

Lo scientifico Ancina di Fossano migliore istituto della regione per i risultati universitari dei suoi studenti. Il Govone di Alba primeggia tra i licei classici, il Bonelli di Cuneo tra gli istituti tecnico-economici

La Granda stravince la classifica delle migliori scuole piemontesi: prima piazza in 11 categorie su 13

Le migliori scuole superiori del Piemonte? Sono quelle della provincia di Cuneo.
A dirlo i risultati 2020 di Eduscopio, l’annuale indagine con la quale la Fondazione Agnelli di Torino mette in fila gli istituti italiani comparando i dati aggiornati di quelli che meglio preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma.
Nato nel 2014 e gratuito, il portale (eduscopio.it) si propone di aiutare gli studenti e le loro famiglie nel momento della scelta della scuola dopo la terza media. Eduscopio è così diventato negli anni un riferimento per le famiglie e per le stesse scuole, come dimostrano gli oltre 1,8 milioni di utenti unici che hanno a oggi visitato il portale, con 8,7 milioni di pagine consultate.
Per la nuova edizione della classifica, il gruppo di lavoro della Fondazione Agnelli, coordinato da Martino Bernardi, ha analizzato i dati di circa 1.275.000 diplomati italiani in tre successivi anni scolastici (2014/15, 2015/16, 2016/17) in circa 7.400 indirizzi di studio nelle scuole secondarie di II grado, statali e paritarie.

Il risultato che ne è emerso, rispetto al Piemonte, vede le superiori della provincia di Cuneo occupare la prima piazza (e 17 delle 27 prime tre posizioni) in ben 7 delle 9 categorie in cui vengono suddivisi gli istituti che meglio preparano all’università (licei e istituti tecnico-economici), mentre primeggiano (occupando al contempo ben 9 delle 12 prime posizioni) in tutte le quattro categorie di quelle che meglio preparano i propri studenti a un ingresso diretto nel mondo del lavoro.

Dati decisamente lusinghieri, tra i quali va rimarcato il primato fatto registrare dal Liceo Scientifico Ancina di Fossano, che con un punteggio di 96,19 ha raggiunto il miglior risultato assoluto in termini di "Fga", indice che coniuga la percentuale degli esami sostenuti e le medie dei voti ottenuti (29,63, nel caso della scuola fossanese) agli esami universitari dai diplomati di ogni scuola.

La scuola fossanese primeggia di conseguenza anche nella classifica parziale dei migliori licei scientifici piemontesi, davanti al Peano Pellico di Cuneo (Fga di 92,96) e al Pascal di Giaveno, nel Torinese.

Parlano invece albese i primati regionali nelle categorie dei licei classici (primo il Govone, con un Fga pari a 86,55, davanti all’Arimondi-Eula di Savigliano e al "Carlo Alberto" di Novara) e dei licei scientifici a indirizzo scienze applicate, qui col Leonardo Cocito, davanti all’Amaldi di Novi Ligure, nell’Alessandrino, e al Vercelli di Asti.

Appannaggio di scuole di casa nostra anche le prime piazze regionali nelle categorie dei licei delle scienze umane (col De Amicis di Cuneo davanti all’Ancina di Fossano e al Darwin di Rivoli), dei licei linguistici (ancora con l’Ancina, davanti al De Amicis di Cuneo e al Soleri di Saluzzo), degli istituti tecnico-economici (primo il Bonelli di Cuneo, davanti al Denina di Saluzzo e all’albese Einaudi) e dei licei artistici (Bertoni di Saluzzo, Virginio Bianchi di Cuneo e Casorati di Novara).

Le uniche due classi di merito nelle quali la Granda non primeggia, figurando comunque con diversi "piazzati", sono quelle dei licei delle scienze umane a indirizzo economico-sociale (qui primeggia il Ferrari di Borgosesia, davanti al Darwin di Rivoli e al Soleri di Saluzzo) e degli istituti tecnici-tecnologici (dove nelle prime tre posizioni figurano il Pellati di Nizza Monferrato, il Delpozzo e il Bianchi Virginio di Cuneo).

La Granda si assicura quattro successi su quattro anche nelle quattro categorie nelle quali vengono suddivise le scuole che meglio preparano al mondo del lavoro, qui con criteri che tengono conto del tasso di occupazione degli studenti nei primi due anni dopo il diploma (esclusi quanti hanno proseguito gli studi), ma anche della coerenza tra percorso scolastico e occupazione trovata.
L’Einaudi di Alba si aggiudica così il migliore punteggio tra gli istituti tecnico-economici, davanti al Vallauri di Fossano, e al Bonelli di Cuneo, mentre l’istituto fossanese si rifà sul versante degli istituti tecnico-tecnologici, qui davanti a Omar Novara e Artom di Asti.
Il Donadio di Dronero primeggia invece tra i professionali per i servizi, davanti al Mucci di Bra e al Giolitti-Bellisario-Paire di Mondovì, mentre tra i professionali industria e artigianato il primo posto spetta al Marconi di Savigliano, davanti al Magni di Borgosesia e al Grandis di Cuneo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium