/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2021, 13:20

Cuneo: si presenta l'ultimo DUP del "Borgna bis", con lo sguardo puntato alle risorse del PNRR

Lunedì 13 settembre Patrizia Manassero ha illustrato il documento, assieme al bilancio consolidato 2020, in attivo di oltre 4.180.000 euro

Cuneo: si presenta l'ultimo DUP del "Borgna bis", con lo sguardo puntato alle risorse del PNRR

4.181.360 euro: è questo l’utile derivato dal bilancio consolidato del gruppo Comune di Cuneo per il 2020. Un dato coerente sia con lo storico che con l’andamento generale, presentato nella serata di lunedì 13 settembre in una riunione della  I^ commissione consiliare.

Durante l’incontro la vicesindaco e assessore al bilancio Patrizia Manassero ha realizzato una fotografia generale delle società partecipate del Comune, con un approfondimento specifico rispetto a quelle che rientrano nel gruppo Comune di Cuneo. Permane il risultato negativo del MIAC, senza sorprese dopo gli incontri di illustrazione del piano industriale realizzati negli scorsi mesi: “Il Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese, nel 2020 si è trovato a gestire la difficile situazione delle RSA durante la pandemia, fatto che ha inciso sul risultato finale assieme al ritardo sui trasferimenti regionali – ha detto Manassero - . Nonostante i ratei di pagamento e un’annualità certamente complessa il Consorzio ha un risultato d’esercizio positivo per 97.025 euro. Ma la preoccupazione ovviamente non è risolta, il tema delle RSA continua ad accompagnare l’assemblea dei sindaci”.

“Se fossimo una holding presenteremo un bilancio con un utile davvero importante. Non lo siamo, però, e dobbiamo guardare al complessivo – ha sottolineato il sindaco Federico Borgna - : abbiamo società partecipate nel complesso ben gestite e che portano bilanci in utile e il bilancio del Comune che ha portato con sé un avanzo davvero importante, segno di quanto il Covid abbia inciso “positivamente” bloccando tutta una serie di attività e servizi che sono parte del vissuto quotidiano della città, che comportano investimenti significativi”.

- IL DUP 2022/2024
In serata si è parlato anche del Documento Unico di Programmazione per le annate 2022, 2023 e 2024, presentato ai commissari presenti. Il DUP, ha ricordato Manassero, nasce dal programma del sindaco vincitore e lo trasforma in interventi da attuare, suddivisi per competenze in programmi sempre più dettagliati, ribaltandoli sul bilancio di previsione. Particolarmente importante, quindi, in questo caso visto che è l’ultimo DUP del “Borgna bis” e può raccontare ciò che è stato effettivamente portato a compimento.

Curiosamente, sempre secondo la vicesindaco, “per le annate coinvolte gli elementi più rilevanti sono quelli che ancora non ci sono. Si richiamano diverse attività ancora in corso, come l’Agenda Urbana e il Piano Periferie, mancano risorse integrative che entreranno a sistema nelle prossime settimane, alcuni interventi già inseriti in precedenza non ritornano, come il lavoro sulla nuova biblioteca cittadina, la caserma Montezemolo e la rigenerazione del quartiere Cuneo Centro”.

A mancare, poi è anche il capitolo delle risorse, attualmente sconosciute, del PNRR: “Sarà una grossa sfida, specie per gli enti nella propria capacità di esserne collettori. Insomma, c’è tanto lavoro che, attualmente, non ha ancora il diritto di poter trovare casa nel DUP ma che sicuramente sarà parte della prossima variazione di bilancio”.

Anche Borgna, che guarda con interesse e soddisfazione al bilancio “propositi/risultati” che traccia questo ultimo DUP, concorda sull’importanza delle risorse del PNRR: “Conta 200 miliardi di euro per l’Italia, di cui una parte importante verrà allocato sul sistema degli enti territoriali in una modalità ancora da definire con chiarezza – ha detto - . Ad oggi conosciamo le linee strategiche del PNRR e come verranno allocate le risorse in linea di massima. Ma non sappiamo come verranno scaricate a terra”.

Risulta quindi molto importante programmare sin da oggi le progettazioni, elemento che sarà oggetto di incontri amministrativi nelle prossime settimane – ha concluso il primo cittadino - . Dobbiamo decidere desso dove vogliamo andare: è una sfida dalla quale non vogliamo e possiamo sottrarci”.

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium