/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2021, 13:24

All'Open Baladin di Cuneo una nuova postazione salvavita: il progetto Battikuore sempre più diffuso in città

Una nuova cartina della città indicherà la dislocazione dei DAE. Stamattina l'inaugurazione di quello installato nella parte esterna del locale di piazza Foro Boario, a disposizione di tutti

All'Open Baladin di Cuneo una nuova postazione salvavita: il progetto Battikuore sempre più diffuso in città

Inaugurata questa mattina all'Open Baladin di Cuneo la nuova postazione salvavita, un DAE, nella zona esterna del locale, a disposizione di chiunque ne abbia bisogno.

"Abbiamo accettato con piacere di diventare parte del progetto portato avanti dall'amministrazione assieme all'associazione Battikuore odv, perché i locali sono prima di tutti luogo di servizio, ancor prima che attività imprenditoriali. C'è anche una ragione privata per questa adesione: mio padre, qualche anno fa, ha avuto un malore proprio qui dentro. Fortunatamente si è salvato, ma in queste cose poter intervenire subito è vitale nel vero senso della parola", ha detto il titolare Elio Parola.

Presenti anche il sindaco Federico Borgna e l'assessore Luca Serale. Il sindaco: "Un'iniziativa intelligente, che va a beneficio di tutta la comunità e che ci insegna che dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri". L'assessore Serale: "Si tratta di un'iniziativa privata che si accompagna a quella dell'amministrazione. Oggi il concetto di sicurezza è diventato fondamentale e ce lo ha insegnato la pandemia".

Rosario Lo Forte ha ricordato come a Cuneo ce ne saranno 28 e verranno geolocalizzati sia sulle cartine della città che online. L'associazione Battikuore a breve inizierà a tenere dei corsi sull'utilizzo del DAE nelle scuole, a partire dalle medie. L'apparecchio è di facile utilizzo e guida vocalmente in ogni fase dell'intervento.

Il corso dura 4 ore e tutta la cittadinanza è invitata ad iscriversi, per essere pronta ad intervenire in caso di bisogno. Nell'arresto cardiaco i primi cinque minuti sono fondamentali ed è per questo che saper intervenire in modo tempestivo può davvero salvare delle vite umane.

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium