/ Attualità

Attualità | 20 gennaio 2022, 18:10

Strade, Covid e turismo: l’intenso anno dei vigili lamorresi

Per festa della Polizia Locale si tirano le somme del 2021, tra Dpcm e visitatori tornati in gran numero nel centro langarolo. Oltre 3.700 persone controllate, 340 le sanzioni elevate per infrazioni legate alla viabilità

Oltre trecento le infrazioni alle regole del Codice della Strada rilevate nel 2021 dalla Polizia Locale di La Morra

Oltre trecento le infrazioni alle regole del Codice della Strada rilevate nel 2021 dalla Polizia Locale di La Morra

Il 20 gennaio si celebra San Sebastiano martire, comandante dei pretoriani vissuto attorno al 300 d.c. e messo a morte dall'imperatore Diocleziano, oggi riconosciuto come patrono delle Polizie Municipali d'Italia. Una giornata che diventa occasione per le amministrazioni comunali e i cittadini, per salutare e ringraziare gli agenti di Polizia Locale, per il lavoro che svolgono quotidianamente su territorio, essendo la prima forza dell’ordine di prossimità.

A La Morra, non potendo fare festeggiamenti viste le restrizioni anti Covid, viene celebrata una messa e con l’occasione si tirano le somme del lavoro svolto nel 2021.
Durante l’anno appena chiuso i "civich” lamorresi, oltre al normale lavoro sugli accertamenti di residenza, notificazione di atti giudiziari e amministrativi, ricezione di comunicazioni di ospitalità per cittadini stranieri, vigilanza nei pressi dei plessi scolastici, il servizio durante il mercato del lunedì, quello durante le varie manifestazioni organizzate e il normale controllo della viabilità, hanno implementato la sorveglianza sul territorio comunale tramite i servizi preposti per il rispetto delle regole anti-contagio, a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria.

In termini di numeri, l’operato degli agenti lamorresi, ha portato al controllo di controllo di circa 3.700 persone; all’accertamento di 342 infrazioni alle regole del Codice della Strada; al deferimento di quattro persone all’autorità giudiziaria per vari reati; alla contestazione di sei violazioni a regolamenti comunali od ordinanze anche riguardanti l’abbandono di rifiuti e alla rilevazione di 10 incidenti stradali.

“Un altro anno difficile per via della pandemia – spiega l’ispettore Alberto Roattino -. Oltre all'attività ordinaria abbiamo svolto i controlli per verificare il rispetto dei vari Dpcm, abbiamo dato un contributo al centro vaccinale, senza dimenticare l'incremento inaspettato di flusso turistico, che ci ha interessato soprattutto nei mesi, autunnali. Siamo riusciti a gestire tutto, nonostante l'organico limitato e continueremo a impegnarci al massimo per la cittadinanza”.

Soddisfazione anche da parte del primo cittadino del paese langarolo, Marialuisa Ascheri, che dichiara: “Sono grata e soddisfatta del servizio svolto dai nostri agenti di Polizia Locale, cosciente delle innumerevoli incombenze che si sono aggiunte a quelle di routine a causa dell’emergenza sanitaria. Basti pensare al primo periodo di uscita dal lockdown, quando abbiamo visto un incremento esponenziale improvviso del turismo sul nostro territorio, cosa che ha comportato un notevole sforzo per rafforzare i controlli. Incremento che per altro si è avuto anche nel resto dell’anno, infatti molte persone hanno scelto vacanze nei territori vicini o comunque nazionali. Ringraziando ancora i nostri agenti, auspico in un 2022 dove possa esserci un graduale ritorno alla normalità”.

San Sebastiano è il patrono della Polizia Locale, ma è anche invocato contro le epidemie in generale, insieme a San Rocco, e la sua celebrazione in questo difficile periodo sicuramente assume anche un maggior significato.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium