/ Cronaca

Cronaca | 20 settembre 2022, 10:18

Alba, condannato a otto mesi di reclusione il 19enne fermato dopo il raid vandalico in centro

Il ragazzo, in evidente stato di ebbrezza, ha pesantemente danneggiato un bancomat e gli arredi del bar 100 Vini di piazza Michele Ferrero

Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Otto mesi di reclusione. E’ la condanna inflitta dal Tribunale di Asti nel processo per direttissima istruito nei confronti del 19enne di origine nigeriana responsabile dell’episodio di vandalismo perpetrato nella notte tra domenica e lunedì ai danni del bancomat della filiale Intesa Sanpaolo di piazza Michele Ferrero ad Alba e al dehors del vicino bar 100 Vini, all’angolo con via Vittorio Emanuele II.

E’ quanto si apprende da fonti giudiziarie in merito a quanto compiuto dal giovane – già noto alle forze dell’ordine per analoghi precedenti – che numerosi testimoni hanno visto dare in escandescenze per poi essere fermato dai Carabinieri della Compagnia di Alba, giunta sul posto dopo le segnalazioni arrivate dagli stessi privati e dagli addetti di una compagnia di sorveglianza privata.

Intorno alle 4 del mattino il ragazzo, secondo gli stessi testimoni in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha dapprima danneggiato lo sportello Bancomat dell’istituto di credito, poi avrebbe rivolto le proprie attenzioni a tavolini, sedie ed espositori del vicino dehors per infine dedicarsi a distruggere alcuni contenitori per l’immondizia in via Maestra.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium