/ Attualità

Attualità | 23 settembre 2022, 09:31

Grande ritorno per la polentata solidale di Festiona

Un incontro di festa propedeutico all’avvio, nella stagione invernale, dei corsi di sci per diversamente abili, che culmineranno nella Settimana Bianca, che si avvale di un significativo contributo operativo e finanziario del Lions Club Cuneo

Grande ritorno per la polentata solidale di Festiona

Finalmente! Dopo due anni di mancata realizzazione dovuta alle necessarie restrizioni imposte dalla normativa anti covid, si è potuto svolgere la tradizionale polentata di Festiona, località della Valle Stura di Demonte. Non è un semplice, quantunque suggestivo, ritrovo peri-autunnale tra amici e conoscenti. È molto di più. Si tratta di un incontro di festa, di allegria e di condivisione propedeutico all’avvio, nella stagione invernale, dei corsi di sci per diversamente abili, corsi che hanno come epilogo la Settimana Bianca. Quest’ultima, in programma nel mese di febbraio, si avvale di un significativo contributo operativo e finanziario del Lions Club Cuneo.

Il recente incontro conviviale, svoltosi mercoledì 21 settembre 2022 presso il Centro Fondo di Festiona, ha fatto registrare la partecipazione di molte Associazioni, in maggioranza della provincia di Cuneo e in percentuale minore del Torinese, senza dimenticare una famiglia proveniente da Milano. Erano presenti più di 140 commensali, tra portatori di handicap e relativi accompagnatori e animatori di gruppo.

La polenta, come sempre perfettamente cucinata, è stata preparata da esponenti della Sezione Alpini di Demonte. Il servizio mensa, con distribuzione della prelibata vivanda, del gustoso spezzatino, unitamente alla salsiccia e ai formaggi locali, è stato curato dai soci del Lions Club Cuneo (e relative consorti), intervenuti in buon numero. Da non dimenticare l’apporto preziosissimo, ad un tempo organizzativo e operativo, di Ornella e Luigi, rispettivamente moglie e figlio del compianto Cesare Picollo, promotore del prestigioso service a favore dei diversamente abili, opportunamente denominati “I ragazzi di Cesare”.

Il meriggio di solidarietà e di condivisione non è stato confortato da apprezzabili condizioni meteorologiche. L’incipiente stagione autunnale pare abbia voluto mostrare una sua faccia piuttosto monotona con copertura nuvolosa che ammantava le alture e con una temperatura che faceva rimpiangere quella dei giorni precedenti.

Il tutto non ha assolutamente condizionato il clima di festa, di armonia e di socializzazione, da cui è scaturito un vivaio di relazioni interindividuali davvero gratificante.

Ottima premessa e promessa per la settimana bianca del prossimo mese di febbraio, che ci auguriamo accompagnata dalla presenza di un’apprezzabile coltre nevosa!

 

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium