/ Attualità

Attualità | 26 gennaio 2023, 10:13

Cuneo: attivati gli impianti semaforici a chiamata in corso IV Novembre e Alcide De Gasperi

L'assessore Clerico: "In passato, in quei tratti di strada abbiamo visto gravi incidenti, molto spesso causati dall’eccessiva velocità dei veicoli. Partiamo, ora, con la fase sperimentale"

Cuneo: attivati gli impianti semaforici a chiamata in corso IV Novembre e Alcide De Gasperi

Sono stati attivati in queste ultime settimane, dopo la realizzazione delle opere stradali di messa in sicurezza, gli impianti semaforici a chiamata in corso IV Novembre (in prossimità dell’attraversamento pedonale di fronte all’Istituto “Grandis”) e corso Alcide De Gasperi (in prossimità dell’attraversamento pedonale di fronte all’Istituto “Dalpozzo”).

L’asse viario corso De Gasperi – corso IV Novembre risulta essere uno dei tratti cittadini a maggiore percorrenza, con un transito veicolare rilevante anche nelle ore notturne. In particolare, nella tarda nottata e nelle ore mattutine, è stato riscontrato, a causa della la progressiva diminuzione dell’intensità del traffico, un generalizzato aumento della velocità, anche in prossimità dei passaggi pedonali. Inoltre, le aree in questione vedono la presenza di due istituti scolastici molto frequentati, con un rilevante flusso di pedoni durante le ore di ingresso e uscita dalle strutture scolastiche, e dove, nonostante l’impegno profuso dai servizi dedicati di polizia stradale della Polizia Locale per il controllo dei plessi scolastici nelle fasce orarie di maggiore affluenza, non risulta sufficientemente garantita la totale sicurezza degli studenti.

A fronte delle numerose segnalazioni di pericolosità degli attraversamenti provenienti dalle pattuglie della Polizia Locale e dai cittadini (nonché dei sinistri avvenuti nel tempo in zona) e delle richieste pervenute da parte dei Comitati di quartiere, l’Amministrazione ha deciso, nell’ottica di garantire una maggior sicurezza stradale del territorio, con particolare riferimento alla tutela ed integrità degli utenti deboli della strada, di sperimentare l’installazione di 2 impianti semaforici a chiamata dotati di sorveglianza di tipo “documentatori di infrazioni” – sorpasso della linea d’arresto a segnale luminoso di stop” (attivi in automatico, senza presidio di agenti)  – e “rilevatori di velocità” (questi ultimi presidiati da agenti di Polizia Locale, quando attivo il servizio di controllo velocità).

In questa prima fase saranno attivate solo le funzionalità “di chiamata”, per tutto l’arco della giornata (0/24), in modo da aumentare la sicurezza dei pedoni anche nelle ore notturne in cui la visibilità è minore.

Nella seconda fase, presumibilmente a partire dal mese di aprile, sarà attivato anche il rilevamento delle infrazioni semaforiche per il passaggio con il rosso dei veicoli, inizialmente in modalità sperimentale (e quindi senza l’elevazione di sanzioni, ma solo a fini di test e taratura del sistema) e, successivamente, con l’attivazione delle telecamere per il sanzionamento del mancato rispetto del rosso semaforico.

Per quanto riguarda la modalità “rilevatori di velocità”, va sottolineato che la funzionalità sarà attivata esclusivamente con il presidio degli agenti di Polizia Locale, alla stregua dei box già posizionati in molti punti del territorio comunale, e non in modalità “tutor” (ovvero funzionanti anche senza la presenza di operatori di Polizia Locale).

«L’Amministrazione comunale – dichiara l’Assessora alla Polizia Locale Cristina Clericopersegue da sempre l’obiettivo di incentivare la sicurezza cittadina, con particolare attenzione ai pedoni. Purtroppo, in passato, in quei tratti di strada abbiamo visto gravi incidenti, molto spesso causati dall’eccessiva velocità dei veicoli. Inoltre non si può non considerare la presenza dei due istituti scolastici, fattore che rende necessario mettere in campo soluzioni definitive in grado di garantire la sicurezza dei ragazzi. Adesso attiveremo la fase sperimentale, che ci permetterà di tarare le apparecchiature e valutarne l’efficacia. Quando saremo certi della bontà dell’operazione, e dopo averne dato ampia notizia, attiveremo anche la rilevazione automatica delle infrazioni. Mi preme sottolineare che la finalità non è quella di fare multe, ma aumentare la sicurezza dei pedoni, semplificando al tempo stesso l’attività degli agenti.»

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium