/ Attualità

Attualità | 28 febbraio 2024, 12:54

Rifreddo, la primaria in visita al Monastero con il progetto “Chiese a porte aperte”

Inaugurato a fine novembre il progetto che con l'uso di un'app consente di visitare e conoscere il complesso

Rifreddo, la primaria in visita al Monastero con il progetto “Chiese a porte aperte”

In collaborazione con l’insegnante della scuola primaria di Religione, le classi terza e quinta di Rifreddo hanno fatto visita al Monastero di Santa Maria della Stella, guidati dal vicesindaco Elia Giordanino.

Dato che sono stati trattati a scuola i temi dell’ordine di San Benedetto, la cui regola veniva seguita dalle suore che hanno vissuto il monastero di Rifredddo, la visita al sito è stata molto interessante, anche grazie alla fruizione del video visitabile tramite app in autonomia.

Infatti è stato inaugurato a fine novembre il progetto “Monastero a porte aperte” realizzato con l’installazione dell’app “Chiese a porte aperte” al Monastero di Santa Maria della Stella di Rifreddo.

Entrando con l’app, il visitatore attiverà un video, fruibile in tre lingue, che gli consentirà di ripercorrere, in pochi minuti, le tappe più rilevanti della storia del Monastero e del suo restauro, avvenuto tra la fine degli anni ‘90 e i primi del 2000.

“Grazie alle classi terza e quinta e al suo insegnate di Religione, che ha inserito all’interno del suo programma scolastico la visita ad un monumento simbolo di Rifreddo e che da poco ha ripreso vita”.

All’interno sono anche visualizzabili i video commissionati dall’amministrazione comunale nel 2002 e nel 2004 con la regia di Ugo Giletta: “Rifreddo, racconto di una terra” di A. Molinengo, “Immagine e somiglianza” di P. Bovo, “Frammenti di un processo” di U. Giletta, “Inquadramento storico dei processi alle streghe” di G. Merlo.

I rifreddesi che, nel 2020, si sono costituiti nell’associazione culturale “Luna Lucebat”, hanno inteso con questo lavoro celebrare gli 800 anni trascorsi dalla fondazione del Monastero femminile, rendendo in tal modo omaggio alla storia del loro paese. Rifreddo, grazie al Monastero, è stato parte dal 1200 al 1600 di una fitta rete di relazioni con il papato e i centri di potere civile e religioso locali.

Con questa nuova “app” si può d’ora in poi compiere un viaggio nella storia di questo prezioso scrigno della comunità rifreddese, che viene custodito e valorizzato da quanti hanno a cuore le sorti, la salvaguardia e la promozione del Monastero di Santa Maria della Stella.

Il Monastero di Rifreddo è accessibile liberamente qualunque giorno della settimana dalle 9 alle 18 utilizzando l’applicazione “Chiese a porte aperte”. 

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium