/ Attualità

Attualità | 31 ottobre 2017, 18:30

Tommaso Gioffreda: “Un paradosso che tocchi a noi intervenire sull’ospedale di Savigliano”

Il capogruppo di minoranza ha chiesto al consigliere regionale di Forza Italia Franco Graglia di sollecitare la Regione a sbloccare almeno i primi 18 milioni euro per poter avviare i cantieri al Santissima Annunziata

Tommaso Gioffreda

Tommaso Gioffreda

E’ singolare che tocchi a noi di Savigliano 2.0 doverci far carico dell’ospedale di Savigliano, quando l’amministrazione del sindaco Giulio Ambroggio si accolla meriti che non ha e quando la situazione è tutt’altro che chiara. Il paradosso è che per cercare di sbloccare la situazione debba attivarsi la minoranza di centrodestra, sia saviglianese che regionale, sollecitando il Presidente della Regione governata dal partito del sindaco di Savigliano. E’ strano, ma è così.

Col piglio polemico che lo contraddistingue, Tommaso Gioffreda, capogruppo della minoranza saviglianese di centrodestra, interviene sul ventilato progetto di ristrutturazione del Santissima Annunziata da 38 milioni di euro presentato nei giorni scorsi in municipio dal direttore dell’Asl Cn1 Francesco Magni. A quell’incontro Gioffreda non ha partecipato e spiega il perché.

Il progetto è bello, ci piace, peccato che al momento di concreto non ci sia nulla. Ho avuto modo di spiegare al dottor Magni – afferma il capogruppo di opposizione – che la nostra assenza non è stato un atto di scortesia nei suoi confronti, ma una presa di posizione politica verso un modo di operare della giunta che non condividiamo. Tanti proclami, tante belle parole, ma dove sono i finanziamenti per procedere alla cantierizzazione delle opere?

La questione è oggetto di un’interrogazione che Gioffreda ha proposto al consigliere regionale di Forza Italia Franco Graglia.

L’esponente azzurro chiede al Presidente Sergio Chiamparino e all’assessore alla Sanità Antonio Saitta “quali siano gli intendimenti della Giunta regionale in merito al piano direttorio, sia in termini di tempistiche di attuazione, sia in termini economico-finanziari, relativamente alle opere da mettere urgentemente in cantiere sull'Ospedale SS. Annunziata di Savigliano.

Graglia si fa interprete “delle preoccupazioni che si stanno diffondendo tra la popolazione della città di Savigliano, a seguito di recenti articoli di stampa che prospettano soluzioni ospedaliere con dislocazioni anche molto diverse da quelle attuali, arrivando addirittura ad ipotizzare un nuovo insediamento a Lagnasco, con contemporanea razionalizzazione dei due nosocomi esistenti a Saluzzo e Savigliano.

L’ex sindaco di Cervere e ora consigliere a Palazzo Lascaris chiede che la Regione autorizzi il direttore generale Magni ad impegnare i primi 18 milioni di euro per realizzare nell’immediato la prima palazzina, “in attesa – auspica - che si possa finanziare anche la seconda fase del progetto, magari ricorrendo ad un coerente piano di valorizzazione degli edifici in proprietà dell'Asl.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium