/ Viabilità

Viabilità | 06 aprile 2019, 14:03

Non solo AT-CN, ci vogliono quattro opere complementari per oltre 130 milioni di spesa: nell'elenco anche il terzo ponte sul Tanaro

Cabina di regia partecipata dai Comuni di Cuneo, Asti, Alba e Bra ha definito il pacchetto degli interventi da trasmettere al Ministero delle Infrastrutture affinché le inserisca nella trattativa col concessionario per il completamento della A33

Non solo AT-CN, ci vogliono quattro opere complementari per oltre 130 milioni di spesa: nell'elenco anche il terzo ponte sul Tanaro

Definito il “pacchetto di opere”  complementari da trasmettere al Minisitero dei Trasporti e delle Infrastrutture nella trattativa con il concessionario per il completamento dell’Asti-Cuneo, l’autostrada A33.

“Trattativa subordinata
” – si legge in una nota della Regione – “all’esito della procedura che il Governo Italiano intende perseguire ma che non è stata deliberata dal CIPE che si è riunito il 4 Aprile.”

Si tratta di quattro interventi. Il primo riguarda la strada provinciale 7 nel tronco Roddi-Pollenzo (dall’intersezione della Sp3 bis di Roddi al ponte sul fiume Tanaro) la cui messa a punto comporterà ad una spesa intorno ai 28,6 milioni di euro, di cui 7,5 milioni solo per il ponte. 2,5 milioni per il collegamento tra il ponte di Pollenzo e via Nogaris nel comune di Bra.

Il secondo intervento riguarda la realizzazione di un terzo ponte sul Tanaro oltre ad opere di collegamento alla viabilità esistente, lo svincolo del Mogliasso e viale Cherasca nel comune di Alba. Per quest’opera la spesa si attesa intorno ai 28 milioni.

Ma l’opera più consistente in termini di spesa riguarda la bretella di scorrimento veloce Sud Ovest di Asti per collegare la SR 10 in prossimità del casello astigiano in località Rocca Schivino. 70 milioni stimati

Si parla poi di realizzare una bretella di scorrimento veloce di Cuneo da rotatoria Miac a rotatoria Est/ovest sulla Sp442. Su quest’ultimo punto non è stato ancora reso noto l’importo, in via di definizione.

Il documento stilato dalla cabina di regia dell’assesorato regionale ai trasporti presieduto da Francesco Balocco in cui erano presenti il sindaco di Bra Bruna Sibille, il sindaco di Asti Maurizio Rasero, il presidente della provincia di Asti Marco Gabusi, il comune di Alba e Federico Borgna per il comune di Cuneo e nel ruolo di presidente della provincia sarà inviato al Mit.

La presentazione di un testo sulle opere complementari è stato concordato in occasione della visita del presidente Giuseppe Conte e del ministro Danilo Toninelli nei giorni scorsi.

Daniele Caponnetto

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium