/ Attualità

Attualità | 22 agosto 2020, 10:19

Treno Notturno e progetto Riviera express: un ordine del giorno a Cuneo

Sturlese, Fierro e Toselli (Cuneo per i Beni Comuni) portano in Consiglio comunale la discussione relativa al treno notturno tra la Svizzera e la Costa Azzurra, attraverso la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza

La linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia-Nizza

La linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia-Nizza

Sostenere attivamente l’associazione denominata Obiettivo Treno Notturno, anche promuovendo un incontro (anche in videoconferenza) con i membri dell'associazione - impegnando l'Amministrazione comunale a fare da mediatrice con le istituzioni regionali e transfrontaliere - volto a favorire uno studio di fattibilità inerente un possibile collegamento ferroviario notturno, denominato Riviera Express, che dalla Svizzera colleghi le località della costa Azzurra (Nizza, Cannes), tramite la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza e, più in generale, promuovere - assieme alla Regione Piemonte e agli altri enti locali e l’ANCI - il rilancio dei treni notturni transfrontalieri.

Sono queste le richieste di Ugo Sturlese, Luciana Toselli e Nello Fierro (Gruppo Cuneo per i Beni Comuni), firmatari di un ordine del giorno che verrà presentato per la discussione nel prossimo Consiglio comunale a Cuneo.

L’associazione "Obiettivo Treno Notturno" si è costituita nel giugno 2019 a Parigi, con un forte appoggio del Parlamento Europeo e in diversi Paesi europei, come la Svizzera, la Francia, la Germania, il Belgio, il Lussemburgo. Ha tra i suoi scopi quelli di sostenere il rilancio in Europa occidentale di una rete di treni notturni secondo il principio di un mix merci/passeggeri, in modo che la messa in comune del traffico e la sinergia tra quantità (merci) e qualità (passeggeri) consentano di superare il punto di pareggio (“break-even point”). Secondo quanto propone l'associazione, il treno passeggeri fornisce queste garanzie previste per le merci (ad alto valore aggiunto). In cambio, la componente passeggeri beneficia del contributo finanziario delle merci al pagamento dei costi di trazione e dei costi di utilizzo delle linee ferroviarie. Grazie alla condivisione di questi costi e all’ottimizzazione della capacità, si consente di rendere redditizio il traffico ferroviario con il treno misto che sfrutta la stagionalità della domanda di passeggeri e merci per ottimizzare il riempimento del treno.

Tra i progetti che questa associazione intende portare avanti esiste anche il progetto denominato "Riviera Express", un treno notturno che dalla Svizzera raggiungerebbe le celebri località della Costa Azzurra come Nizza e Cannes, passando attraverso la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, per incrementare ulteriormente il turismo nelle zone che il treno attraversa. Oltre a essere un collegamento internazionale potenziale di notevole interesse anche per il risparmio di tempo che deriverebbe per i viaggiatori provenienti dall’Europa Centrale e dalla Svizzera che intendono recarsi in Costa Azzurra sfruttando la scorciatoia offerta dalla ferrovia Cuneo-Nizza. "Si stima che un costo ipotetico per uno studio di fattibilità relativo all’istituzione di tale treno notturno poterebbe costare intorno agli 80mila euro: una cifra non esorbitante, specie se si riesce a cooperare con i territori limitrofi e interregionali", scrivono i tre consiglieri comunali.

Tenuto anche conto delle dichiarazioni del presidente francese Macron sul rilancio del progetto dei treni notturni a lunga percorrenza, sia nell’ottica di rilanciare il turismo sia per una scelta legata al miglioramento della tutela ambientale, e visto che anche in Svizzera stanno pensando a sostenere il rilancio dei treni notturni transfrontalieri, viene naturale pensare a un rilancio della ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza in questo senso.

Considerando anche gli appigli offerti dallo Statuto comunale, "il Comune di Cuneo, tramite l’amministrazione comunale - scrivono Sturlese, Fierro e Toselli -, ha il dovere (e anche l’interesse) di sostenere tale iniziativa denominata Riviera Express, fornendo supporto al lavoro svolto dall’associazione Obiettivo treno notturno al fine di favorire quantomeno la creazione di uno studio di fattibilità come progetto transfrontaliero volto al ristabilire un collegamento ferroviario notturno tra più regioni europee passando anche tramite la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium