/ Cronaca

Cronaca | 21 maggio 2021, 11:28

Cordoglio a Barge per la morte di Lucy, 42enne vittima dell’incidente di Cardè

Originaria di Lima, in perù aveva lavorato come maestra d’asilo. Poi, il trasferimento in Italia. In auto con lei, al momento dell’impatto, marito e figlia di 5 anni, feriti lievemente

Lucy Jannet Ormachea

Lucy Jannet Ormachea

Lucy Jannet Ormachea è morta a 42 anni, per i traumi riportati nell’incidente di martedì, a Cardè.

La donna viveva, insieme alla sua famiglia, a Barge. Intorno alle 17.30 si trovava alla guida della sua auto, una Chevrolet Matiz, quando è avvenuto lo scontro contro un trattore.

L’impatto è stato violento e, all’arrivo dei soccorritori, a preoccupare maggiormente erano proprio le condizioni di salute della donna. All’interno dell’abitacolo, infatti, c’erano anche il marito e la figlia, di cinque anni: sono rimasti feriti lievemente.

Lucy, invece, è stata trasferita d’urgenza in Pronto soccorso. Una volta in ospedale, le sue condizioni sono peggiorate repentinamente, e ogni tentativo dei medici si è rivelato vano.

I medici hanno purtroppo constatato il decesso della donna mercoledì.

Lucy era originaria di Lima, in Perù. Qui aveva frequentato l’Universidad nacional mayor de San Marcos e, sempre in Perù, aveva lavorato come maestra d’asilo, la “maestra de educacion inicial”.

Poi, con gli anni, ila decisione di emigrare in Europa. Era giunta in Piemonte, prima a Torino, poi a Pinerolo e infine Barge.

E ora, tutta la comunità peruviana è attonita di fronte a questa tragedia.

“Ci ha lasciato – scrive su Facebook Erika Rodriguez ricordando Lucy – un’amica, una madre, una moglie. Non riesco ancora a credere che tu non sia più Lucy, avevi tanti sogni, così tante cose da fare e ora sei l'angioletto della tua bellissima bambina, Kata”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium