/ Eventi

Eventi | 09 giugno 2021, 12:13

Savigliano: al via la quinta edizione del Cortocircuito Festival dedicata a Dante Alighieri

La competizione internazionale dedicata al cortometraggio si svolgerà in piazza Turletti dal 27 giugno al 23 luglio. “Comedian Rhapsody” sarà un omaggio al Sommo Poeta nel centenario della sua morte

Savigliano: al via la quinta edizione del Cortocircuito Festival dedicata a Dante Alighieri

A Savigliano tutto è pronto per la quinta edizione del "Cortocircuito - Savigliano Film Festival”.  Dopo essere stata riprogrammata dall'ottobre scorso in seguito alle misure anti-Covid, la manifestazione torna sul territorio con un programma dal 27 giugno al 23 luglio.

La competizione internazionale dedicata al mondo del cortometraggio e votata alla diffusione della cultura cinematografica, quest'anno sarà presieduta dall'attore Antonio Catania (Boris, Così è la vita, Mediterraneo...) che sarà presente la sera finale. 

Novità di quest’anno, per la prima volta la kermesse toccherà un mese intero, con appuntamenti distribuiti su più serate, e si svolgerà interamente open air in piazza Turletti, come l'Associazione stessa avrebbe comunque desiderato attuare negli anni a venire. 

Gli ospiti sono rimasti quelli inizialmente programmati, così come la rodata formula con un evento di inaugurazione, due serate dedicate alle rispettive sezioni di gara e una cerimonia di chiusura. Le opere che verranno proiettate corrispondono ai finalisti selezionati col bando di gara originariamente indetto nel 2020, ancora mai proiettate e riconfermatisi di valore assoluto (con corti pluripremiati e partecipanti alle fasi finali delle maggiori competizioni di tutto il mondo, dagli Oscar al Festival di Cannes).

 

Come anteprima della V edizione, anche Cortocircuito omaggerà Dante Alighieri, nell’anno in cui ricorre il VII centenario dalla sua morte, con il tema “Comedian Rhapsody”.  

“Per mantenere il filo conduttore di questa biennale edizione del Festival - spiegano gli organizzatori - e celebrarne il tema, “Comedian Rhapsody”, rivolto principalmente alla Commedia in tutte le sue sfaccettature, si è pensato di celebrare l'autore della più nota "Commedia" di tutti i tempi con un evento che in qualche modo legasse il cinema all'opera di Dante, passando dalla letteratura all'arte visiva attraverso la musica e, in qualche modo, anche il teatro”.  

661 cortometraggi, 60 nazioni, 14 finalisti per quattro serate estive e due sezioni di gara. Si comincerà domenica 27 giugno alle ore 21.30 con “L’inferno” (1911) sonorizzato dal vivo da Marco Castelli (Sax & Live Eletronics). Uno spettacolo di inaugurazione del Festival e omaggio alla “Commedia”, nel 700° anno dalla morte di Dante. Si proseguirà con la competizione domenica 4 e domenica 18 luglio, per concludere con la finale il 23 luglio.  

L’ingresso è sempre gratuito. Per prenotare scrivere a staff.saviglianofilmfestival@gmail.com indicando nome e cognome di tutti gli interessati ad una specifica serata.  I posti limitati e accesso alla location monitorato ai fini di garantire il rispetto delle disposizioni e precauzioni in materia di Covid-19.

 

Tutti gli appuntamenti 

Domenica 27 giugno 

In caso di pioggia l’evento si svolgerà sotto l’Ala Polifunzionale di Piazza del Popolo

“L’INFERNO” (1911) SONORIZZATO DAL VIVO DA MARCO CASTELLI (SAX & LIVE ELECTRONICS)

Spettacolo di inaugurazione del Festival e omaggio alla “Commedia”, nel 700° anno dalla morte di Dante

L’eclettico artista veneziano ri-musica il primo lungometraggio della storia del cinema italiano, proiettato nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna, per riproporne la visionaria modernità. 

Per mantenere il filo conduttore di questa biennale edizione del Festival, “Comedian Rhapsody”, Cortocircuito omaggia l’autore della più nota "Commedia" di tutti i tempi (questo era il titolo originale dell'opera), proponendone una rappresentazione datata ben 1911, ma ancor oggi tra le più riuscite e visionarie trasposizioni filmiche dell'universo di Dante.

Perduta la partitura originale che accompagnò le proiezioni d’epoca, ma riprendendo l’antica tradizione del film muto con esecuzione musicale dal vivo, viene realizzata un’originale composizione sonora, in grado di trasportare il pubblico ben oltre le possibilità del cinema degli albori. per quello che è considerabile il primo vero kolossal nostrano. 

3 anni di riprese, 100 scene, 150 tra attori e comparse, più di 1000 metri di pellicola e, proporzionalmente, il film più costoso mai prodotto in Italia (300.000 lire di investimento), realizzato con tecniche allora innovative (primo film a usare didascalie scritte per accompagnare ogni scena e a introdurre nel nostro Paese gli effetti speciali al cinema) e con una distribuzione davvero internazionale che toccò l’Europa e gli Stati Uniti dove il film incassò la bellezza di 2 milioni di dollari.

110 anni dopo la regia di Bertolini, de Liguoro e Padovan, lo spettatore può trovarsi nuovamente avvolto dalla visione orrida e meravigliosa di figurazioni ispirate alle celebri incisioni di Gustave Doré e di altri illustratori, restituite dal laboratorio L’Immagine Ritrovata di Bologna nella loro corretta successione e nella pienezza della luce e dei colori.

 

Domenica 4 luglio

In caso di pioggia la serata verrà riprogrammata nei giorni successivi

Proiezione dei corti finalisti della Sezione Tematica 

“COMEDIAN RHAPSODY: fare i corti col carosello della vita”

Le 8 migliori opere in concorso nella sezione dedicata al tema dell'anno, rivolto principalmente al genere Comico e alla Commedia. I corti (realizzati dal primo gennaio 2018 in poi e dalla durata massima di mezz'ora), son stati selezionati tra 94 candidati, nel bando di gara così ricercati:

Cortometraggi che portino sullo schermo una o più sfaccettature del carosello della commedia umana: dalla “Joie de vivre” alla “Commedia all'italiana”, passando per la figura del clown.

Una necessaria boccata d'aria per uscire da un periodo cupo e ritrovare la spensieratezza del circo e il caleidoscopio del comico, come avveniva nelle commedie agrodolci di due amici e maestri del cinema italiano del dopoguerra, Federico Fellini e Alberto Sordi, dei quali nel 2020 si celebra il centenario della nascita.

 

 ► Biagio. Una storia vera - Matteo Tiberia [2019, Italia, 17'08''] (Italian - No Sub.)

 ► Burqa City - Fabrice Bracq [2019, Francia, 20'07''] (Arabic - Sub. Ita.)

 ► L'eterno riposo - Alberto Sacco [2019, Italia, 06'52''] (Italian - No Sub.)

 ► Je suis si loin - Léo Gallieni [2019, Francia, 02'20''] (French - Sub. Ita.)

 ► Terreur passagère - Sabine Aimé, Julien Bartissol, Agathe Capin, Cécile Regis, Margot Rousseau [2019, Francia, 06'08''] (French - Sub. Ita.)

 ► La triste vita del mago - Francesco d'Antonio [2020, Italia, 13'40''] (Italian - No Sub.)

 ► Le tueur du lac maudit - Laurent Ardoint, Stéphane Duprat [2020, Francia, 14'50''] (French - Sub. Ita.)

 ► Valerio - Gianni Cesaraccio [2018, Italia, 14'41''] (Italian - No Sub.)

 

Domenica 18 luglio 

In caso di pioggia l’evento si svolgerà presso il Cinema Aurora di Via Ghione 10

Proiezione dei corti finalisti della Sezione Generale

Le 6 migliori opere in gara nella sezione a tema libero, anche in questo caso necessariamente realizzate dopo lo 01/01/2018 e dalla durata massima di 30 minuti, selezionate tra 567 partecipanti da 60 nazioni di tutto il mondo.

 ► Anna - Dekel Berenson [2019, Israele-Ucraina-UK, 15'19''] (English-Ukrainian - Sub. Ita.)

 ► Los Bengalas - David Valero Simón [2019, Spagna, 21'35''] (Spanish - Sub. Ita.)

 ► Emtehan - Sonia K. Hadad [2019, Iran, 15'00''] (Persian - Sub. Ita.)

 ► L'enfant chameau - Chabname Zariâb [2018, Francia, 15'22''] (Persian - Sub. Ita.)

 ► El monstruo invisible - Guillermo Fesser, Javier Fesser [2019, Spagna, 29'54''] (Spanish - Sub. Ita.)

 ► Il muro bianco - Andrea Brusa, Marco Scotuzzi [2020, Italia, 12'45''] (Italian - Sub. Ita.

 

Venerdì 23 luglio 

In caso di pioggia l’evento si svolgerà sotto l’Ala Polifunzionale di Piazza del Popolo

Cerimonia di premiazione e proiezione dei corti vincitori assieme all’attore e Presidente di giuria Antonio Catania

Oltre al Presidente di Giuria di questa edizione, l’attore cinematografico, televisivo e teatrale Antonio Catania (storico e trasversale volto della commedia italiana), saran presenti in sala altri giudici e registi premiati, i preselezionatori e gli organizzatori del Festival, assieme a varie figure istituzionali e partner. Accanto ai vincitori delle 2 sezioni di gara e dei rispettivi Premi del Pubblico, verranno proiettate in anteprima le opere vincitrici del Premio Cambiamente, dedicato alla miglior realizzazione a cura di Under 19, e del Premio Libera Accademia d’Arte Novalia, riservato al miglior corto d’animazione. 

cg

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium