/ targatocn.it

targatocn.it | 15 giugno 2021, 07:00

Lattoferrina: un modo naturale per rafforzare le difese immunitarie senza controindicazioni

È un proteina multifunzionale con attività antimicrobica, sia battericida che fungicida. Si trova nel latte ed è anche presente in molte secrezioni mucose come lacrime e saliva.

Lattoferrina: un modo naturale per rafforzare le difese immunitarie senza controindicazioni

Lattoferrina: cos’è e a cosa serve

La corsa hai rimedi naturali per rafforzare le difese immunitarie, soprattutto in tempi di Covid-19, ha puntato i riflettori su un integratore alimentare. La Lattoferrina.

Partiamo dall’inizio, cos’è e a cosa serve la lattoferrina?

È un proteina multifunzionale con attività antimicrobica, sia battericida che fungicida. Si trova nel latte ed è anche presente in molte secrezioni mucose come lacrime e saliva.

La sua funzione è legata principalmente alla regolazione dell’omeostasi del ferro, ovvero legare il ferro e trasportarlo nel plasma. Per questo motivo si dice anche che è ferro-trasportatrice.

Nell'ultimo periodo è stata rivalutata per le sue importanti proprietà. La capacità della lattoferrina di legare il ferro la rende infatti, una potente molecola antimicrobica e antiossidante.

Abbondantissima nel colostro umano o primo latte, la lattoferrina circola nell'organismo prevalentemente nel plasma sanguigno.

È utilizzata da tantissimo tempo in numerosi integratori. Solo recentemente, a causa del coronavirus ha riscontrato un particolare interesse.

Proprietà della lattoferrina

Come detto, la proprietà principale della lattoferrina è legata al ferro.

Il ferro è uno dei principali nutrienti che i batteri utilizzano per riprodursi e per crescere.

La lattoferrina, legando il ferro e sottraendolo quindi ai batteri, nei impedisce la moltiplicazione.

Questo perchè, come per il ferro, si lega alla superficie dei microrganismi, inibendo la loro adesione e il loro ingresso nelle cellule dell’ospite.

La Lattoferrina è in grado di stimolare in questi una risposta immunitaria innata. La sua principale funzione è di colonizzare le mucose nel bambino così da renderlo più protetto. È quindi consigliata l'assunzione di lattoferrina senza controindicazioni, anche ai bambini.

 

Lattoferrina e attività antiossidante

La capacità della lattoferrina di legare lo ione ferrico (Fe3+) è due volte superiore alla transferrina.

Questa capacità, potrebbe risultare preziosa nel bilancio ossido-riduttivo, impedendo che il ferro reagisca nella tanto temuta reazione di Fenton, formando specie ossidative altamente reattive.

 

Vi sono controindicazioni?

A eccezione di reazioni avverse legate a ipersensibilità verso il principio attivo, decisamente rare, l'uso di lattoferrina non ha controindicazioni.

Integratori di lattoferrina possono essere assunti anche per lunghi periodi senza controindicazioni particolari e anche in condizioni patologiche.

Essendo la lattoferrina un importante regolatore del ferro, particolare attenzione all’assunzione dovrebbero farla i pazienti affetti da malattie neurodegenerative (Parkinson, sclerosi multipla…) in quanto sono patologie caratterizzate da un alterato metabolismo del minerale: non ci sono, infatti, sufficienti studi che dimostrano l’efficacia o i possibili effetti collaterali di tale integrazione.

Solitamente, il consumo di lattoferrina bovina risulta ben tollerato; è bene, però, non prolungare eccessivamente l’assunzione di questa sostanza. A dosi elevate, la lattoferrina può causare dissenteria, eruzioni cutanee, inappetenza, stanchezza, brividi e costipazione.

Sebbene in gravidanza e allattamento il consumo di lattoferrina bovina mediante una corretta alimentazione risulti sicuro, è bene invece evitare il consumo di integratori a base di questa sostanza: infatti, non sono ancora noti gli eventuali effetti del consumo di quantità maggiori di lattoferrina bovina.

Integrare lattoferrina comunque non comporta effetti collaterali o controindicazioni particolari, tuttavia è bene non prolungare l’assunzione per molti giorni e attenersi scrupolosamente alle dosi indicate.

 Il migliore integratori di Lattoferrina fatto in italia

 

Agocap® Pharma è stata una delle prime aziende italiane a promuovere la Lattoferrina nel suo catalogo.

Uno dei migliori sul mercato è l’integratore di lattoferrina Lattoferrin Plus, prodotto a base di lattoferrina ed echinacea, 90 compresse contenenti ognuna 100mg di lattoferrina e 100mg di echinacea.

Dose consigliata 2 compresse al giorno, favorisce le naturali difese dell’organismo e la funzionalità delle prime vie respiratorie.

 

 

Ricky Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium