/ Cronaca

Cronaca | 09 luglio 2021, 07:43

Finale Euro2020, il sindaco di Saluzzo invoca “Responsabilità e giudizio!”

Dopo la semifinale si sono registrati in città danneggiamenti e atti vandalici, con “danni o rischi enormi per le persone”, come scrive Calderoni. Lo CSEA pensa a un intervento straordinario, già nella notte, per pulire le vie del centro e raccogliere rifiuti abbandonati, come successo all’indomani di Italia-Spagna

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Anche Saluzzo, al termine della partita di calcio “Italia-Spagna” che ha portato la nostra Nazionale alla finale dei campionati europei, ha dovuto fare i conti con una notte di esultanza andata, per certi aspetti, ben sopra le righe.          

Lo si apprende dal profilo Facebook del sindaco della Città, Mauro Calderoni.

Nei giorni scorsi, Targatocn aveva già dato conto degli atti vandalici, registrati nel centro storico, in via Della Chiesa, dove è stato dato alle fiamme un WC chimico installato all’interno di un cantiere edile. Qui, ignoti (sono in corso gli accertamenti della locale stazione dei Carabinieri) hanno incendiato anche un cassonetto del vetro e un bidone per la raccolta dell’umido.

A confermarlo, anche lo CSEA, il Consorzio Servizi Ecologia Ambiente, che gestisce il servizio di raccolta rifiuti e nettezza urbana: il tutto è successo intorno alle 3, senza particolari conseguenze grazie all’intervento dei Vigili del fuoco.

Lo CSEA – in una lettera indirizzata all’Amministrazione comunale, all’Ufficio tecnico e al comando di Polizia locale – spiega come, vandalismo a parte, ci siano state criticità anche sull’aspetto della nettezza urbana.

In piazza XX Settembre e in via della Resistenza sono stati rovesciati i cassonetti della raccolta rifiuti. In fiamme, oltre ai bidoni di via Della Chiesa, fronte Vicolo Gianotti, anche un vestino gettacarta di via Gualtieri.

All’indomani della semifinale “Italia-Spagna”, la squadra di operatori dedicata alla spazzamento – sia meccanizzato che manuale – è stata interamente dedicata (scrive lo CSEA) “a riportare la normalità e la regolare pulizia della zona centrale” della Città.

Visti i presupposti, il Consorzio prospetta un nuovo intervento mirato, già nella notte tra domenica e lunedì, al termine della finale tra Italia e Inghilterra, “per pulire e raccogliere i rifiuti abbandonati”. Intervento straordinario, che non può essere inserito all’interno della scheda tecnica del Comune, “in quanto non organizzato dal Comune stesso”, come avviene in caso di fiere o manifestazioni”.

In altri termini: un passaggio di pulizia in più, che la ditta San Germani “provvederà a quantificare a consuntivo”.

Martedì scorso, dopo il rigore decisivo di Jorginho, come successo in altri centri della Granda, la folla si è riversata in strada, con caroselli (a bordo di moto e auto) per le vie del centro, dove sono addirittura stati esplosi, nei pressi di piazza Cavour, alcuni fuochi artificiali.

Ora, in attesa della finalissima di domenica, è il sindaco Calderoni a lanciare un monito: “È stato bello ritrovarsi per vedere insieme le partite degli azzurri.

Ci siamo ritrovati comunità dopo mesi di distanziamento, paure, anche lutti: abbiamo tifato, temuto, gioito e festeggiato nelle vie e nelle piazze i successi dell’Italia.

Purtroppo però ci sono stati eccessi che hanno comportato danni o rischi enormi per le persone coinvolte. Domenica ci stringeremo nuovamente tutti attorno alla nostra Nazionale, ma facciamolo con responsabilità e giudizio!”.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium