/ Attualità

Attualità | 31 luglio 2021, 14:38

Storia medioevale, maghi, draghi e briganti lungo la via dei Bolleris a Roccasparvera (FOTO E VIDEO)

Una trentina le raffigurazioni in legno colorate lungo un sentiero di 2 km in un ambiente naturale montano per affascinare e coinvolgere i bambini con la cultura e attraverso attività di logica o pratica, divertendosi. É previsto un ampliamento del percorso interattivo in zona Piano Quinto grazie ad un contributo della Fondazione Crc di Cuneo

Copyright CreaParchi di Brescia

Copyright CreaParchi di Brescia

 

Un viaggio nella storia medioevale e nella fantasia tra maghi, draghi, briganti per coinvolgere tutti i sensi del bambino attraverso attività di logica o pratica, dove i piccoli imparano giocando e divertendosi, nella natura incontaminata con rispetto. 

È la fotografia del sentiero tematico di 2 km classificato (E) escursionisti e adatto a famiglie con bambini e realizzato dall'amministrazione comunale di Roccasparvera in collaborazione con CreaParchi di Brescia. Una trentina le installazioni in legno colorate distribuite lungo il sentiero a tratti aperti in piena luce e a tratti nel bosco in penombra, raffiguranti la vita del signore Franceschino Bolleris (metà del 1300) con testi in rima e interazioni per catturare la curiosità dei più piccoli e non solo. 

Il percorso principale è tra il piccolo paese di Roccasparvera, il bosco e i resti del castello, il secondo è più breve e si trova in località Castelletto. Entrambi sono liberi, se si vuole, con un piccola offerta è possibile avere il kit con la mappa, la valigetta e i personaggi in legno del percorso, rivolgendosi presso le attività commerciali del paese.

Per comprendere al meglio la storia e l'avventura si consiglia di intraprendere il percorso dalla piazza centrale Castello in Roccasparvera (punto di partenza), proseguendo verso porta Bolleris, la chiesetta Madonna delle Grazie, il portale di ingresso, la salita verso il Castello. Per poi scendere dalla parte opposta attraversando il fresco bosco fino a raggiungere la parte alta del cimitero antico dove sono ancora visibili i ruderi per poi spostarsi in frazione Castelletto, altra area tematica del sentiero. 

É previsto un ampliamento del percorso interattivo con altre installazioni evocative dei mestieri in zona Piano Quinto grazie ad un contributo di 6mila euro della Fondazione Crc di Cuneo.

In una nostra intervista il sindaco di Roccasparvera, Manuel Guerra, spiega il percorso e le sue caratteristiche:

 

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium