/ Attualità

Attualità | 26 settembre 2021, 10:00

Beinette, inaugurata la mostra dell'artista Livio Politano [FOTO]

La mostra sarà visitabile tutti i fine settimana, dal venerdì alla domenica, dalle 16 alle 19 fino al 17 ottobre. Ingresso libero con green pass

Beinette, inaugurata la mostra dell'artista Livio Politano [FOTO]

"I colori e le forme dell'urbanità perduta". E' stata inaugurata ieri, sabato 25 settembre, a Beinette, la personale dedicata all'artista Livio Politano, curata da Enrico Perotto. 

Dopo due anni dall'ultima mostra antologica, ospitata presso le scuderie della Fondazione Amleto Bertoni di Saluzzo, tornano a essere esposte al pubblico le opere del beinettese Politano, classe 1937 che, lo scorso giugno, aveva ricevuto una targa dal comune "per aver dato lustro al comune di Beinette. La vita è un continuo scegliere dove andare passando vicino o attraverso le vite di altre persone, per poi tornare nel luogo dove tutto è iniziato: il paese dove sei nato" (leggi qui)

"Desidero ringraziare di cuore tutti coloro che hanno reso possibile questo magnifico allestimento" - commenta il sindaco, Lorenzo Busciglio - "In particolare, il prof. Enrico Perotto, per l'incomparabile competenza nella selezione, presentazione ed allestimento; la consigliera comunale Miranda Bongiovanni, per l'instancabile lavoro organizzativo e la cura dei dettagli; tutti i volontari che hanno dato un importante contributo nella realizzazione della mostra e coloro che garantiranno l'apertura al pubblico nelle prossime settimane; il settore manutentivo comunale che si é dedicato alla cura ed alla pulizia dell'area espositiva; il Comune di Morozzo per il prestito delle griglie; le ditte Baudino Oscar, Fiorilú, Politano Stefano e Rendez Vous di Beinette per la collaborazione".

 

La mostra, ospitata nella Sala Comunale Olivetti di Via Gauberti 17, propone una scelta rappresentativa della sua produzione, a partire dal 1960 fino alle opere più recenti, 

"L'allestimento propone al visitatore di ripercorrere un periodo di creatività che dura ormai da oltre sessant’anni" - spiegano in una nota stampa del comune - "caratterizzato anche da importanti frequentazioni intellettuali, intrattenute, a cominciare dalla fine degli anni ’60, nelle città di Torino, Roma, Firenze e Vicenza, ma anche in altre località nazionali e internazionali, con un costante e instancabile impegno artistico, che si è manifestato attraverso un valente impiego delle tecniche grafiche (matite, carboncini, pastelli) e pittoriche (oli su cartone, tela e tavola), non disgiunto da una tensione a riflettere sulle condizioni della nostra esistenza, in rapporto alle problematiche dell’ambiente urbano e di quello naturale in cui siamo inseriti. Come ha scritto Paolo Marzotto, in occasione della sua personale del 1994 in Palazzo Muttoni a Vicenza, la “coerenza è evidente nella ispirazione di Politano, che nella pittura, che pratica come arte per l’arte e non arte per la vita (è infatti di professione dirigente di una grande impresa italiana), trasfonde una aspirazione ad un mondo onirico in cui il groviglio dei sentimenti diventa architettura fondendosi nella natura”.

La mostra sarà visitabile tutti i fine settimana, dal venerdì alla domenica, dalle 16 alle 19 fino al 17 ottobre. Ingresso libero con green pass.

Arianna Pronestì

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium