ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Eventi

Eventi | 30 ottobre 2021, 20:47

A Cervere torna la Fiera del Porro (VIDEO E FOTO)

Tutto pronto per la 42^ edizione della rinomata manifestazione cerverese

Foto di: Barbara Guazzone

Foto di: Barbara Guazzone

Si è tenuta nella Valle del Porro la conferenza stampa di presentazione della 42^ edizione della Fiera del Porro di Cervere, che si terrà dal 13 al 18 novembre prossimi. Un’edizione che segna anche il ritorno in presenza, dopo che nel 2020 a causa della pandemia, si celebrò l’evento con un’edizione “speciale”, che vide protagonista la “porro box”, in sostanza una sorta di delivery per permettere di far arrivare comunque a chi ne facesse richiesta, il pregiato ortaggio da bulbo cerverese in tutte le sue molteplici declinazioni.



Questa edizione 2021 celebrerà anche il venticinquennale della fondazione del Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela del Porro Cervere, nato l’11 novembre 1996, grazie al quale si deve la crescita e l’evoluzione qualitativa del prodotto così come lo troviamo oggi.

Novità di quest’anno la fiera non si terrà come di consueto nel Palaporro, ma si sposta nella sede della Pro Loco Amici di Cervere, questo per il rispetto delle normative anti covid, con la penalizzazione di avere però un numero molto inferiore di persone in presenza rispetto alla sede abituale. Piazza San Sebastiano sarà, invece, la sede del mercato del Porro di Cervere, permettendo così un numero di accessi maggiori, essendo all’aperto.
Sono bastate però 2 ore e 57 minuti dal momento in cui si è dato il via alle prenotazioni per partecipare agli appuntamenti gastronomici a menu fisso, perché si raggiungesse il “sold out”. Questo è dovuto anche al dover contingentare le presente per rispetto delle normative vigenti causate dalla pandemia, fatto sta che per i 15 appuntamenti enogastronomici in programma, si è registrato il tutto esaurito già dal giorno stesso di apertura delle prenotazioni.

Per dovere di cronaca gli eventi gastronomici su prenotazione saranno: Sabato 13 novembre, cena; Domenica 14 novembre, pranzo;  Domenica 14 novembre, cena; Lunedì 15 novembre, cena; Mercoledì 17 novembre, cena; la prima delle cene delle Eccellenze, sarà Venerdì 19 novembre, seguita dal quella di Sabato 20 novembre. Nelle cene delle Eccellenze, non sarà solo il porro cerverese a essere declinato nelle sue molteplici varietà culinarie, ma ci sarà l’incontro con le altre prelibatezze gastronomiche territoriali, dalle chiocciole di Cherasco, alla fettina albese nella bagna cauda, dai ravioli del plin al tartufo bianco d’Alba, al risotto ai funghi di Rossana, al bollito misto, il tutto accompagnato dal pane di Niella Tanaro, per finire con il gelato alla castagna bianca garessina e pasta di meliga di Paparato. Un menù che è in sostanza un tour gastronomico, che porta sulla tavola le diverse pregevolezze del territorio.

Si riprende poi con pranzi e cene “normali” Domenica 21 novembre, pranzo e la cena; Lunedì 22 novembre, cena; Mercoledì 24 novembre, cena; ancora due cene delle eccellenze per Venerdì 26 novembre e Sabato 27 novembre, per poi chiudere con il pranzo e la cena di Domenica 28 novembre.

Abbiamo lavorato sodo – commenta il sindaco di Cervere, Corrado Marchisiocercando nuove soluzioni per alzare, se possibile, ulteriormente il livello e ora, cari amici, ci siamo. Andiamo avanti con attenzione e cura maniacale dei dettagli: è stato molto impegnativo, ma i sacrifici di chi ci ha preceduto meritano rispetto, così come lo meritano i nostri produttori, così come lo meritano l’abnegazione della nostra pro loco e la disponibilità dei suoi volontari, nonché la radice stessa della nostra comunità”.

Inevitabilmente il pensiero in questo venticinquesimo anniversario – dice il Senatore Giorgio Maria Bergesio, Presidente del consorzio per la valorizzazione e la tutela del Porro Cervere - va ai produttori che in questi anni ci hanno lasciato ma anche a quanti hanno creduto in noi, permettendoci di far arrivare il porro di Cervere nei punti vendita dell’intera Penisola, a quanti ci hanno sostenuto economicamente ma, soprattutto a quanti tutti gli anni tornano a Cervere per degustare ed acquistare il nostro prelibato ortaggio, visitare la valle dei porri, anche grazie al servizio navetta e manifestare interesse per il grande lavoro che ogni giorno i nostri produttori svolgono con umiltà e dedizione per garantire l’alta qualità e la genuinità del nostro porro”.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium