/ Attualità

Attualità | 27 novembre 2021, 13:17

Una serata sul linguaggio senza tempo della ceramica per il Lions Club Bra Host

Giovedì 25 novembre è stata protagonista la manodopera artistica del socio Michele Bracciotti

Il presidente del Lions Club Bra Host, Armando Verrua, con il relatore della serata, Michele Bracciotti

Il presidente del Lions Club Bra Host, Armando Verrua, con il relatore della serata, Michele Bracciotti

Nuovo appuntamento di successo per il Lions Club Bra Host, che ha dedicato una serata sull’arte della ceramica, un linguaggio senza tempo, raccontato con passione dal socio Michele Bracciotti.

Quartier generale del meeting di giovedì 25 novembre è stato il ristorante Il Principe dell’Hotel Cavalieri di Bra, dove sono convenuti ospiti e soci pienamente coinvolti sul tema. Al centro dell’attenzione è stata l’arte decorativa, derivante dalla terra, in un percorso che ha portato a riscoprire il valore dell’artigianato e la manodopera di qualità.

La ceramica (dal greco Kéramos, argilla) abbraccia la vastissima quantità dei prodotti che si ottengono modellando impasti di argilla e di altre terre che vengono cotti e, successivamente, decorati e ricoperti con un rivestimento di vernice e smalto. Prodotti di ceramica si ritrovano in tutte le culture e l’evento è stato l’invito a capire che cosa rappresenta la ceramica oggi.

Dalla passione di Michele Bracciotti per questa forma artistica è scaturita una produzione di grande originalità, frutto di sperimentazione e di un dialogo sempre nuovo tra fantasia e creatività. E così tutti hanno potuto ammirare la ‘brocca della solidarietà’, una scultura in argilla che parla di amore disinteressato e gratuito, espressione della carità e del bene.

In cima, due mani che si stringono a ricordare vicende umane improntate alla solidarietà, all’altruismo, all’impegno per il prossimo. Per chi soffre ed è più debole. “La stretta di mano è un simbolo - ha commentato Bracciotti -. Si stringono le mani per siglare un patto. Si stringono le mani per un saluto. Si stringe la mano debole per sorreggerla. Pensando a questo ho creato la brocca della solidarietà, che è piena parte dello spirito Lionistico. Essere solidale con il prossimo mediante l’aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi, la solidarietà ai sofferenti”.

Così l’opera è diventata un omaggio al presidente del sodalizio, Armando Verrua, che con il suo agire generoso e incondizionato, onora quotidianamente il motto di tutti i Lions del mondo: “We serve! Noi serviamo”.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium