ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Politica

Politica | 18 gennaio 2022, 10:52

“Rifreddo, il sindaco Cavallo si crede un uomo solo al comando, ma i numeri dicono che così non è”

La minoranza lamenta la scarsa considerazione che sindaco e vicesindaco ostentano ad ogni piè sospinti nei confronti di chi rappresenta il 45% della popolazione

Onorato Martino

Onorato Martino

Dalla minoranza consigliare di Rifreddo riceviamo pubblichiamo.

Leggiamo in un articolo pubblicato da Targatocn il 14 gennaio scorso dell’ennesima stucchevole esibizione muscolare del nostro sindaco e del nostro vicesindaco.

Come minoranza del Comune di Rifreddo abbiamo in più di un’occasione cercato di collaborare fattivamente all’amministrazione di un Comune piccolo come il nostro, non certo opponendoci ai progetti proposti, ma offrendo sistematicamente il nostro punto di vista per cercare di rendere tali progetti ancora più vicini alle esigenze dei cittadini.

A tal proposito ci corre l’obbligo di precisare che il gruppo di minoranza si è espresso a favore della decisione di acquisire l’area dell’ex caseificio Oreglia.

Premesso che si tratta di un’area di circa 8.000 metri quadri e non di 80.000 come invece erroneamente scritto nell’articolo in questione, abbiamo in più occasioni sottolineato la necessità di intervenire sull’ex caseificio per svariate ragioni: l’area, nel cuore del paese, è un pericolo sia per la presenza di amianto che per il livello di degrado in cui si trova, con rischio di crolli ed incendi correlati ed inoltre è a pochi metri dalle scuole ed ostacola l’accesso ai magazzini della Protezione civile e degli AIB.

Stesso discorso dicasi per il parco giochi inclusivo che riteniamo giusto, ma a proposito del quale abbiamo evidenziato delle criticità.

E via di questo passo con altri problemi che, nel corso del tempo, sono emersi e che necessitano di un intervento.

Ma il punto non è questo. Il punto è che troppe volte il sindaco Cesare Cavallo dimentica di non essere un uomo solo al comando e troppe volte dimentica di rappresentare poco meno del 55% dei votanti mentre il restante 45 non ha riscontrato in lui un’opzione valida cui affidare l’amministrazione del paese.

E lo dimentica anche nelle questioni di pura forma, come può essere un banale invito ad una manifestazione, ma soprattutto lo dimentica quando i progetti in ballo sono importanti ed andrebbero portati avanti accettando anche le osservazioni o i suggerimenti di chi rappresenta quel 45%.

Vorremmo ricordare che fare maggioranza, in democrazia, non significa assenza di coinvolgimento della minoranza né il sapere e poter fare tutto da soli, perché un piccolo comune come Rifreddo non può essere amministrato sulla base di ideologie o contrapposizioni o (peggio ancora) personalismi, bensì con l’uso del buon senso e della fattiva collaborazione.

I fondi utilizzati sono di tutti e non della sola maggioranza, e non rientra nella sfera del buon senso lo spanderli come meglio si crede solo per poi poter leggere sui giornali il proprio nome.

Con ossequi.

Onorato Martino

Capogruppo di minoranza consigliare a Rifreddo

Al direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium