/ Politica

Politica | 19 maggio 2022, 14:35

Patrizia Manassero risponde alla Papa Giovanni: "Accolgo il vostro appello. Penso si possa valorizzare una delega alla Pace"

Un appello a tutti i candidati a sindaco del capoluogo, perché istituiscano l'assessorato per la Pace

Patrizia Manassero risponde alla Papa Giovanni: "Accolgo il vostro appello. Penso si possa valorizzare una delega alla Pace"

Rispondo con favore all’appello della Comunità Papa Giovanni XXIII, in questi anni di collaborazione ci siamo conosciuti e abbiamo lavorato insieme su progetti dedicati ai più fragili.

La storia della nostra città, protagonista della lotta di Resistenza, deve essere sempre più patrimonio comune, così come studiare e ricordare la Resistenza deve essere finalizzato ad accrescere la consapevolezza dell’eredità che i nostri padri e nonni ci hanno lasciato, la nostra bella Costituzione.

È proprio l’art. 11 della nostra Carta che ci ricorda che “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.”

Il vostro appello parte dalle parole del vostro fondatore Don Oreste “Da quando l’uomo esiste ha sempre organizzato la guerra. È arrivata l’ora di organizzare la pace”.

Dalla fine dell’ultimo conflitto mondiale, grazie alla conquista di libertà e democrazia, abbiamo potuto godere di un periodo ininterrotto di Pace, forse il più lungo mai conosciuto, occasione di crescita e sviluppo delle nostre comunità. Comprendiamo bene adesso, con l’avvio di un conflitto tremendo e pericoloso in Ucraina, molto vicino a noi, come la pace vada difesa quando messa a rischio, ma debba essere oggetto di una costante cura e rafforzamento.

Lavorare per la Pace passa attraverso accordi internazionali come quello per la sospensione degli armamenti atomici, economici e buone politiche tra gli Stati.
Gli enti locali devono fare la loro parte, innanzi tutto contrastando povertà ed emarginazione, sostenendo le fragilità, vicini alle famiglie, agli anziani ed alla disabilità. Lavorando con la cittadinanza e soprattutto con i bambini e i ragazzi per fare capire e crescere il valore della Pace.
Per questo accolgo il vostro appello e penso che possa essere valorizzata una delega alla Pace.

Abbiamo la consapevolezza che il nostro tempo, seppure di Pace, porta con se delle complessità, tra le tante l’accoglienza dei profughi e i cambiamenti climatici, non dobbiamo trascurare nulla ma affrontarli con l’obiettivo di abbattere tutte le barriere possibili sul cammino verso la Pace.

Patrizia Manassero

ipe

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium