/ Attualità

Attualità | 07 giugno 2022, 15:01

Fossano rivede la convenzione del parco Fluviale: "Tre anni di attesa per un nulla di fatto"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente

Il municipio di Fossano

Il municipio di Fossano

Gentile Direttore,
nell’ultimo consiglio comunale di Fossano si è chiusa una querelle che da quasi tre anni tiene la città, di fatto, fuori dal Parco Fluviale Gesso Stura. Anni nei quali non sarebbero mancati finanziamenti sull’ambiente e sulla sostenibilità a beneficio del lungofiume fossanese. Fuori dal Parco, però, perché “Fossano deve contare di più!”, così si dichiarò per giustificare lo stallo.

Noi abbiamo votato a favore della convenzione, finalmente approdata in Consiglio, perché in questo momento è per Fossano importante entrarvi. Ma occorre non prendere per il naso i fossanesi, come sembrano voler fare i toni trionfalistici utilizzati per celebrare questo passaggio.

In sintesi:
. La precedente convenzione fu bloccata (per quasi tre anni) dall’Assessore Pellegrino perché “frettolosa e priva di garanzie per Fossano. Lavoreremo per una nuova governance non più cuneocentrica, perché oggi il direttore è dipendente del Comune di Cuneo. Ci vuole invece un CDA tutto diverso, e che rafforzi la posizione di Fossano”.  Questa fu la premessa.

. Come in ogni convenzione le spese venivano suddivise in quota parte tra i 14 Comuni firmatari (percentuale legata a popolazione e porzione di territorio compresa): vuol dire che i costi di gestione del parco risultavano a carico di Cuneo in quota del 33%, di Centallo del 5%, di Fossano del 17%, etc. Queste percentuali sono rimaste tali e quali quelle che erano. Alla virgola.

. La nuova convenzione, quella a causa della quale Fossano è stata al palo per tre anni, è sostanzialmente identica alla precedente, con la sola aggiunta di un comma: il 7bis, che introduce due vicedirettori prima non previsti. Uno per il cuneese e uno per il fossanese. Questo è il risultato portato a casa in tutti questi mesi. Un contentino da spacciare come un grande risultato. Ma così non è!

. Il vicedirettore fossanese infatti NON partecipa all’assemblea dei Sindaci che è il luogo della decisione (pianificazione, indirizzo e impiego del personale) che nella sua composizione è rimasto IDENTICO a prima (identico a quella che veniva definita come una “composizione inaccettabile per Fossano”).

. Il nuovo vicedirettore fossanese non partecipa di diritto al Comitato Tecnico, che continua a essere convocato e coordinato dal direttore cuneese esattamente come prima.

. Il più bello: il vicedirettore fossanese se lo paga integralmente la città.

. Nel negozio giuridico il vicedirettore conta zero. Governance invariata, comitato tecnico invariato.

. Si tuonava allora: "Chi ci ha preceduti ha svenduto Fossano, occorrerà mettere in riga Cuneo che ci voleva fregare". Oggi, al netto delle dichiarazioni sdegnate di allora, non è cambiato nulla sul fronte della governance e nulla nel processo decisionale. Fossano conta esattamente come prima. In più porta in carico un vicedirettore, che dovrà pagarsi integralmente. Un tecnico (e non un politico) che non partecipa di diritto a nulla.

. Come se non bastasse Cuneo si è riservato di aggiungere anche, ma solo eventualmente e a sua discrezione, un vicedirettore suo. Volendo fare i complimenti a qualcuno non si può che farli al Comune di Cuneo che ha portato a casa un tecnico per sbrigare pratiche e faccende burocratiche a spese totalmente a carico dei fossanesi, senza aver modificato di una virgola l’assetto decisionale. Operazione perfetta. Una presenza di facciata, da spacciare ai fossanesi per far credere loro che adesso la città conterà di più. In realtà non è così: il potere decisionale di Fossano è oggi quello che era tre anni fa. La città però pagherà di più sottraendo risorse alle casse comunali.

Con buona pace per i titoli, i comunicati a pagamento e i post sponsorizzati che intasano i profili di tutti noi.

Grazie,

i consiglieri Paolo Cortese, Francesca Crosetti, Enzo Paglialonga, Rosita Serra

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium