/ Attualità

Attualità | 29 settembre 2022, 14:44

Borgo, l'ex Beretta replica a Robbione: “La sindaca sta esplicitando debolezze decisionali su via Grandis"

Robbione accusa la precedente Amministrazione di non aver presenziato ad alcuni incontri con le proprietà interessate, assenza considerata decisiva per lo stallo delle trattative

Borgo, l'ex Beretta replica a Robbione: “La sindaca sta esplicitando debolezze decisionali su via Grandis"

La stoccata della sindaca borgarina Roberta Robbione su via Grandis non è piaciuta all'ex Gian Paolo Beretta: “Che le piaccia o meno c'era anche lei. Lei e buona parte della maggioranza attuale erano al corrente di tutto”.

In risposta all'interrogazione del consigliere Bassino, Robbione accusa la precedente Amministrazione di non aver presenziato ad alcuni incontri con le proprietà interessate, assenza considerata decisiva per lo stallo delle trattative. Questo il passaggio: “Le altre proprietà, ritenendo preferibile procedere alla demolizione degli immobili, avviavano trattative con l'Amministrazione Comunale precedente, finalizzate all'acquisizione da parte dell'Amministrazione stessa degli immobili da demolire, al fine di cogliere l'occasione per riqualificare le aree interessate dal cedimento. Si sono quindi svolti alcuni incontri tra la precedente Amministrazione e le proprietà interessate, incontri che non hanno sortito alcun risultato anche perché, al termine dello scorso mandato, la parte politica non vi ha presenziato, così come riferito dai presenti”.

La sindaca sta esplicitando debolezze decisionali su via Grandis – aggiunge Beretta -. Non sono mai venuto meno agli incontri, in presenza oppure online. Ho sempre condotto tutte le trattative con tutti. Che si informi alla fonte e che chieda agli uffici. Anzi, siamo stati noi ad aver voluto aprire il tavolo delle trattative per abbellire dal punto di vista residenziale e commerciale il tratto di via Grandis che si immette su via Roma. Le lungaggini dipendono dal fatto che sono tanti gli attori e gli interessi in campo. Che la smetta di incolpare il sottoscritto. Un comportamento che, ripeto, nasconde debolezza e incapacità di trattare cose amministrative. Ora è sindaca. Che porti avanti le trattative o che intimi alle proprietà di ripristinare le cose ex ante”.

Cristina Mazzariello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium