/ Eventi

Eventi | 04 ottobre 2022, 18:38

Anche a Cuneo '+Europa' manifesta solidale alla rivolta iraniana

"S-veliamo la libertà": appuntamento in corso Nizza dalla statua dell'Ulisse, sabato 8 ottobre

La statua 'Ulisse'

La statua 'Ulisse'

La morte della ventiduenne Mahsa Amini avvenuta il 13 Settembre mentre era in arresto a Teheran per non aver nascosto completamente i capelli sotto lo hijab è stata la scintilla che ha fatto esplodere in tutto il Paese manifestazioni di protesta di giovani iraniane e iraniani, affiancati da una parte importante della società civile.

Decine di migliaia di ragazze e ragazzi, sfidano le forze dell’ordine, e scendono in strada, senza armi, con la sola forza del disperato bisogno di libertà. E’ una rivolta spontanea, che ogni giorno paga un tributo di sangue: i manifestanti non possono più sopportare la sanguinaria e oppressiva teocrazia degli Ayatollah e rischiano la vita sperando in un futuro più libero, per se stessi e per il proprio Paese.

Nelle proteste passate, come il movimento verde del 2009, erano state chieste elezioni senza brogli e riformismo moderato pur nel quadro del sistema della Repubblica Islamica; ora – persa la speranza di ottenere moderazione, equità e diritti da un regime rivelatosi impermeabile a ogni richiesta di apertura – i manifestanti chiedono la fine del regime che ha tradito ogni speranza di cambiamento e che nega i diritti fondamentali di un popolo di profonda cultura, legato all’Italia e all’Europa da un rapporto millenario.
 
+Europa è vicina e solidale con le giovani e i giovani iraniani, che scendono coraggiosamente in strada e sfidano il regime, anche per togliere il velo all’intero Paese, cogliendo nella questione femminile il grimaldello che svela tutte le ipocrisie e le ingiustizie di un sistema oligarchico  e autoritario.

+Europa vuole aiutare a tenere accesa, anche in Italia, l’attenzione su quanto sta avvenendo, e per questo ha previsto una serie di appuntamenti simbolici, in varie città italiane, a testimonianza della condivisione dell’anelito di libertà, giustizia e diritti delle ragazze e dei ragazzi iraniani.

Sceglieremo una statua in ogni città, la copriremo con un velo - così come l’oppressivo regime iraniano copre le donne e soffoca diritti e desiderio di giustizia e di una vita serena - e poi la libereremo dal velo, per “svelare” il potente desiderio di libertà che arriva dalle strade delle città persiane e farlo risuonare anche qui.  

SVELIAMO LA LIBERTA’:
libertà dal regime che oscura internet per coprire col silenzio la violenza cieca dei suoi proiettili e dei manganelli;
libertà dal regime che copre con un velo cupo e soffoca la speranza di futuro dei giovani;
libertà dal regime, sordo al disagio sociale e alle conseguenze della crisi economica che ha generato in un Paese dalle grandi risorse umane e naturali;
libertà da un regime teocratico opprimente, violento e ossessivo, sessuomane e sessuofobo che nega le libertà degli adulti e il diritto all’infanzia delle bambine, costrette a matrimoni forzati;
libertà per le giovani donne e i giovani uomini in Iran che non si rassegnano e che contestano con eroica determinazione le istituzioni ipocrite che non li rappresentano;
libertà dall’ipocrisia delle famiglie del regime, i cui figli,  all’estero,  godono senza filtri della libertà concessa nelle democrazie occidentali, e del privilegio economico procuratogli dalla razzia di risorse finanziarie compiuto in IRAN.
libertà per i tanti cittadini iraniani, moltissimi studenti, che vivono in Italia e che impegnandosi nelle manifestazioni dall’Italia e dagli altri Paesi occidentali, coraggiosamente compromettono la possibilità di un loro ritorno in Iran.

Secondo il calendario pubblicato, a livello nazionale, dal coordinamento +Europa sabato 15 ottobre la manifestazione si svolgerà nel Comune di Cuneo sabato 8 ottobre.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium