/ Cronaca

Cronaca | 23 novembre 2022, 17:36

“Abbiamo litigato e per vendetta mi ha investito”, condannato ad un anno di reclusione

L'episodio è avvenuto nel cuore della notte a Fossano, in Piazza Romanisio. Ad essere imputato, un trentaduenne di origini marocchine

Piazza Romanisio, Fossano

Piazza Romanisio, Fossano

“Aveva tirato uno schiaffo a un nostro connazionale, io mi sono messo in mezzo e lui per vendetta mi ha investito. Ho i legamenti del ginocchio rotti”. Queste le dichiarazioni di E.S.S., un ragazzo marocchino che, a seguito di un litigio con un suo connazionale, venne investito a Fossano. L’episodio in piazza Romanisio, intorno alle tre di notte, il 14 agosto 2021. Ad essere accusato di lesioni davanti al tribunale di Cuneo è il 32enne di origini marocchine E.G.M.

La vittima dell’investimento ha spiegato che con l’imputato c’erano già stati dissapori due mesi prima e che quella notte discussero di nuovo alla presenza di due amici di E.G.M. e che per paura di ritorsioni si era allontanato. “Mentre stavo andando via lui è salito in auto - ha proseguito il ragazzo- e mi è piombato addosso a tutta velocità. Ho provato a spostarmi ma non c’era spazio, non ho avuto scampo”.

A E.G.M. le autorità arrivarono grazie alle videocamere di sorveglianza che ripresero il percorso della sua auto, intorno alle 3.20 di notte, orario risultato compatibile con quanto accaduto.

Di contro l’imputato ha negato ogni addebito: “Quel giorno ero al mare con la mia ragazza e siamo arrivati intorno alle 23. Non conosco E.S.S. e non frequento piazza Romanisio”. A smentire quanto spiegato dall’imputato la sua fidanzata, riferendo al giudice che quel giorno tornarono dal mare intorno alle 18.00.

E.G.M. è stato condannato ad un anno di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali.  

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium