ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 02 marzo 2023, 18:44

L'omaggio al sindaco Demaria ha aperto la serata conclusiva del Centenario Fenogliano

Un lungo applauso e un minuto di silenzio per il sindaco dell'alluvione, consigliere del Centro Studi dedicato allo scrittore partigiano

Ieri la serata conclusiva del Centenario Fenogliano

Ieri la serata conclusiva del Centenario Fenogliano

Il ricordo dell’ex sindaco di Alba Enzo Demaria ha aperto la serata conclusiva del Centenario Fenogliano dedicato ai cento anni dalla nascita di Beppe Fenoglio nella sala “Michelangelo Abbado” del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba, mercoledì 1° marzo, data di nascita dello scrittore partigiano.

A ricordare l’ingegnere è stato l’attuale primo cittadino di Alba Carlo Bo: «Enzo era un uomo corretto, colto, coerente, integerrimo, intelligente. Un uomo che ha scritto importanti pagine della storia della nostra città, del nostro territorio. È entrato in amministrazione nel 1970 e ci è rimasto per più di trent’anni. È stato un grandissimo sindaco dal 1990 al 1999. Per me è una vera e propria fonte d’ispirazione quotidiana. Ha dovuto affrontare e gestire l’alluvione del 1994 e ha gestito bene anche la ricostruzione. Il 29 maggio del 2019 ero sindaco da un giorno e lui venne a trovarmi in municipio. Mi ricordò che ero diventato sindaco di una città Medaglia d’oro al valor militare. Mi ricordò la lotta dei partigiani per la Liberazione. Uomini e donne, tanti giovani che misero a repentaglio la propria vita per la pace e la libertà. Mi raccontò del giorno in cui il Presidente della Repubblica Luigi Einaudi venne ad Alba a consegnare la Medaglia d’oro. Aveva 12 anni, ma ricordava bene quell’evento. Enzo era un fuoco. Aveva degli ideali veri. Abbiamo perso un grandissimo uomo e un grandissimo amico che ci mancherà sempre».

Un lungo applauso e un minuto di silenzio hanno chiuso il ricordo a Enzo Demaria, anche socio ordinario e consigliere dall’Associazione Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura "Beppe Fenoglio" Onlus.

Poi, un breve estratto dello spettacolo teatrale “Raccontami com’era vestita” con il musicista e compositore Walter Porro ha preceduto l’arrivo sul palco dell’attrice Lella Costa che ha sollecitato l’intervento del linguista e critico letterario Gian Luigi Beccaria e di Margherita Fenoglio, figlia dello scrittore. 

A seguire, il dialogo tra il direttore del quotidiano “La Stampa” Massimo Giannini e il presidente del Centro Studi “Beppe Fenoglio” Riccardo Corino

Sul palcoscenico anche lo scrittore Sandro Veronesi, prima della chiusura con un brano della cantante Alessia Porani. 

Durante la serata la direttrice del Centro Studi Bianca Roagna ha ricordato i numerosissimi eventi del Centenario e la mostra su Beppe Fenoglio curata da Luca Boffano. Un anno costellato da tantissime iniziative suddivise in tre stagioni: “Primavera di bellezza”, “Un giorno di fuoco” e “Una questione privata”, dall’1 marzo 2022 all’1 marzo 2023 organizzate dal Centro Studi "Beppe Fenoglio" in collaborazione con Comune di Alba, Regione Piemonte, Fondazione Ferrero, Margherita Fenoglio e diversi intellettuali, accademici e ricercatori da sempre vicini all’opera dello scrittore albese, tutti riuniti nel “Comitato Promotore per le celebrazioni del centenario di Beppe Fenoglio”. 

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium