/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2023, 14:26

Undici ragazzi impegnati in cinque progetti di Servizio Civile Universale al Comune di Cuneo

Quattro in biblioteca, due all'Informagiovani, due al Museo Civico, die all'Ufficio Archivi e Open Data e una all'Ufficio Europe Direct. Hanno preso servizio oggi, venerdì 26 maggio, e rimarranno in servizio per un anno

Undici ragazzi impegnati in cinque progetti di Servizio Civile Universale al Comune di Cuneo


Hanno preso servizio oggi, venerdì 26 maggio, gli 11 ragazzi tra i 18 e i 28 anni che hanno scelto di diventare volontari del Servizio Civile Universale e che lo svolgeranno per 12 mesi al Comune di Cuneo, impegnati in cinque diversi progetti: alla Biblioteca Civica, al Museo Civico, all’Informagiovani, allo Europe Direct e all’Ufficio Archivi ed OpenData. Come già gli scorsi anni, tutti e cinque i progetti di Servizio Civile Universale presentati dal Comune sono stati finanziati, a dimostrazione dell’interesse e dell’importanza che l’Amministrazione dà a questa opportunità di cittadinanza attiva, di crescita civica e sociale e di formazione professionale per i giovani.

La Biblioteca civica ha selezionato 4 volontari (due per la Biblioteca adulti, due per la Biblioteca 0-18) per “Facciamo il punto: biblioteche per ritrovarsi”: Christian Alfieri e Anna Chiara Goletto (in Biblioteca civica), Corrado Coletta e Arianna Nappo (in Biblioteca 0-18). Il progetto ha come obiettivo rinforzare la presenza dell’utenza in biblioteca e di avvicinare ai servizi e alle attività culturali una parte del “non pubblico” delle biblioteche. Grazie anche a una progettazione condivisa a livello di servizi culturali, educativi e sociali del Comune di Cuneo (Cultura 0-6: crescere con cura), si intendono implementare azioni di welfare culturale per avvicinare chi abitualmente non conosce le proposte del territorio. L’intento è di portare la biblioteca verso le periferie, verso le famiglie più fragili coinvolgendo partner operanti in progetti di sviluppo di comunità e integrazione sociale con la convinzione che ci sia una stretta relazione tra cultura e benessere. Questo obiettivo non può prescindere dal potenziamento dei servizi della biblioteca e dall’organizzazione di attività culturali e momenti formativi in presenza e online. L’offerta culturale delle Biblioteche di Cuneo parte dai piccolissimi con il progetto NpL, accompagna bambini e ragazzi nella crescita e arriva al pubblico adulto attraverso Scrittorincittà e il Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo. La sfida è quella di rilanciare questo programma a livello di Sistema Bibliotecario Cuneese.

All’Informagiovani Letizia Mellano e Lorenzo Zavattaro saranno impegnati nel progetto La voce dei giovani conta. Obiettivo generale del progetto, in continuità con quanto realizzato negli anni passati, è contrastare la solitudine dei giovani e la sensazione di mancanza di opportunità, così come la disuguaglianza nell’accesso alle informazioni. Il progetto mira a rendere i giovani cittadini attivi, protagonisti delle proprie comunità e capaci di sviluppare progettualità territoriali valide e condivise. Il progetto vuole inoltre avvicinare i servizi ai giovani, attraverso una migliore e maggiore diffusione delle informazioni e delle opportunità, così come migliorare la propria comprensibilità, avvicinando i servizi ai propri destinatari. Nel contempo il progetto andrà a potenziare e affinare la comunicazione rivolta al target giovanile, cercando anche di rendere più coordinata ed uniforme l’offerta di iniziative ed eventi giovanili. Le 2 figure selezionate lavoreranno quindi in particolare all’implementazione delle informazioni sui canali social e sul sito istituzionale, alla selezione e organizzazione per tipologia di utenza delle informazioni su risorse e servizi del territorio e all’armonizzazione dell’attuale offerta di iniziative a vocazione giovanile.

Presso l’Ufficio Europe Direct, sempre per il progetto La voce dei giovani conta, ha preso servizio Denise Arneodo, che affiancherà lo staff nelle sue attività di comunicazione e divulgazione della conoscenza dell’Unione europea su tutta l’area sud ovest della Regione Piemonte. In particolare, sarà coinvolto nell’ideazione di eventi dedicati ai giovani e collaborerà nella realizzazione dei laboratori con le scuole e di comunicazione delle principali politiche europee. Il focus principale del progetto di Servizio Civile sarà incentrato sulla sensibilizzazione della cittadinanza e dei new voters, sull’importanza del voto e dell’esercizio democratico, in vista delle prossime Elezioni del Parlamento europeo che si svolgeranno a maggio 2024.

Al Museo Civico di Cuneo saranno impegnati nella realizzazione del progetto “Musei che curano” Emanuele Bongiovanni ed Emanuele Bertaina, che collaboreranno con gli operatori museali alla realizzazione di attività di didattica con le classi, di visite e approfondimenti, di comunicazione degli eventi, puntando  alla realizzazione dei seguenti obiettivi: proporre il museo come esperienza distensiva, ri-creativa e creativa a tutti i target di visitatori, a cominciare dai gruppi scolasti e dai bambini e adolescenti durante gli orari di apertura delle istituzioni culturali e attraverso la creazione di attività, anche laboratoriali, espressamente dedicate; facilitare, attraverso strumenti e iniziative specifiche, la fruizione del museo per il pubblico portatore di fragilità e per il “non pubblico” dei musei. Utilizzare e implementare le potenzialità dello strumento digitale come facilitatore e catalizzatore di interesse verso i musei, sperimentare nuovi linguaggi adatti a target di pubblico con disabilità (Linguaggio dei Segni; Comunicazione Aumentativa Alternativa); avvicinare i giovani anche attraverso un utilizzo ragionato dei canali social dei musei; comunicare, attraverso un piano di promozione programmata, il benessere dell’esperienza museale, a seguito di un dettagliato calendario di attività che soddisfino il bisogno di un ampio numero di persone di sentire “vicini” i musei anche dal punto di vista emozionale ed esperienziale.

Infine all’Ufficio Archivi ed OpenData del Servizio Elaborazione Dati, per il progetto Le Memorie dell’Uomo, sono stati selezionate Matilde Lauro e Cecilia Ferrero, che affiancheranno lo staff nelle attività di comunicazione e divulgazione del contenuto dell’archivio e nell’ideazione di eventi dedicati ai giovani di ogni età, oltre che nella  realizzazione di laboratori con le scuole. Il focus principale del progetto di Servizio Civile, si incentrerà sulla sensibilizzazione della cittadinanza e rendere sempre più facilmente fruibili i documenti prodotti ed allegati alle pratiche amministrative del Comune di Cuneo, eseguendo scansioni, digitalizzazioni, ecc. L’Ufficio si pone infatti l’obiettivo di organizzare un libero accesso ed ostensione della documentazione storica del territorio comunale ed anche di informare, con la trasparenza dei documenti in esso archiviati, sulle istituzioni comunali e loro funzioni amministrative nei tempi passati. Conserva e tutela ai sensi di legge chilometri di documenti inventariati ed archiviati metodicamente, datati tra l’alto medioevo fino ai giorni nostri. È gestito dal Comune di Cuneo e fa parte della rete degli archivi e biblioteche nazionali.

Come previsto a livello nazionale i volontari presteranno servizio per 12 mesi a fianco del personale comunale, contribuendo così a potenziare servizi e attività già esistenti e a sviluppare nuove idee e progetti. I ragazzi ricevono, per il loro servizio, un rimborso spese mensile finanziato dal Ministero delle Politiche Giovanili.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium