/ Attualità

Attualità | 11 dicembre 2023, 20:26

Il distaccamento dei vigili del fuoco di Savigliano saluta il comandante Adriano Ariaudo da oggi in pensione [FOTO E VIDEO]

Ieri, domenica 10 dicembre, dopo la messa dedicata alla patrona Santa Barbara i pompieri saviglianesi hanno salutato il loro capo distaccamento tra emozioni, riconoscimenti e un arrivederci speciale al “vigile del fuoco per sempre”

Il distaccamento dei vigili del fuoco di Savigliano saluta il comandante Adriano Ariaudo da oggi in pensione [FOTO E VIDEO]

vigili del fuoco volontari del distaccamento di Savigliano hanno festeggiato ieri, domenica 10 dicembre, la patrona Santa Barbara e il loro capo distaccamento Adriano Ariaudo che da oggi, dopo 23 anni di servizio, è in pensione.

La festa in onore di Santa Barbara è iniziata nella parrocchia di San Giovanni, dove il parroco, don Mauro Gaino ha celebrato la messa alle presenza delle autorità civili e militari.

Oltre ai numerosi vigili del fuoco, alla celebrazione religiosa hanno partecipato i rappresentati delle associazioni di volontariato di Savigliano tra cui la protezione civile, gli alpini, il gruppo donatori di sangue dell’Avis assieme alle autorità civili e militari con il sindaco Antonello Portera, il maggiore Luca Giacolla, comandante della Compagnia Carabinieri di Savigliano con i militari dell’Arma e i rappresentanti della Polizia locale.

Dopo la lettura della preghiera di Santa Barbara, dedicata ai vigili del fuoco e la conclusione della messa, i pompieri si sono trasferiti sul sagrato della chiesa di San Giovanni dove il parroco don Mauro Gaino ha benedetto i mezzi e le autobotti e salutato Adriano Ariaudo.

Presente alla benedizione, che si è conclusa con le sirene spiegate degli automezzi dei pompieri, anche il decano dei vigili del fuoco saviglianesi Sergio Massimino, 91 anni, ex comandante del distaccamento cittadino.

Il saluto ufficiale ad Adriano Ariaudo si è tenuto nella caserma di piazza Nizza sede del distaccamento cittadino. Qui alla presenza di tutti i vigili del fuoco di Savigliano, Luca Fumero nuovo capo del distaccamento, assieme al vice Riccardo Galli ha salutato il loro comandante  Adriano Ariaudo che a 61 anni, dopo 23 anni di onorato servizio, ha dovuto lasciare il distaccamento dove era entrato nel 2000.

Luca Fumero, 46 anni, che dal 2006 è vigile del fuoco volontario e da oggi, 11 dicembre, è responsabile dei pompieri di Savigliano, ha ringraziato Adriano Ariaudo da cui ha ‘ricevuto il testimone’, assieme a tutti i vigili del fuoco che operano nel distaccamento per: “L’impegno, la dedizione e l'ispirazione che ha portato a tutti noi – ha rimarcato il nuovo capo distaccamento - È un compito ambizioso cercare di catturare tutta la passione che noi colleghi abbiamo visto nel suo modo di gestire la caserma e nell'affrontare gli interventi."

"Lascio quindi parlare i numeri - ha aggiunto Fumero ricordando che - Adriano ha dedicato oltre 4000 ore di disponibilità, affrontato più di 300 interventi (traducibili in 320 ore) trascorse al freddo o al caldo, magari senza cena, su un tetto a inseguire un gatto o sperso in campagna con una lancia dell’acqua in mano, lontano dalla famiglia e dal lavoro. Questo – specifica Fumero - non nei 23 anni di servizio, ma solo nell'ultimo anno. Lo straordinario impegno di Adriano sarà da esempio per noi e per le generazioni future dei vigili del fuoco di Savigliano."

"Un ringraziamento speciale va anche alla tua famiglia, - conclude Fumero - in particolare a tua moglie Carla, per il suo impegno e la sua sopportazioneEd è proprio grazie a famiglie come la vostra che possiamo svolgere il nostro lavoro con tanta dedizione. Infine, voglio ricordare che, come tutti i vigili in congedo, Adriano avrà sempre e per primo le chiavi del distaccamento, perché chi è stato vigile lo sarà per sempre”.

Sono poi intervenuti a salutare e ringraziare Adriano Ariaudo, per il suo operato nei confronti della città di Savigliano, il sindaco Antonello Portera e l’assessore Rocco Ferraro.

Il presidente dell’associazione pompieri saviglianese Antonio Giordano, ha donato al neo pensionato una targa ricordo.

Dopo la foto ricordo, Adriano è stato festeggiato con un rinfresco seguito da un pranzo in suo onore dove assieme ai pompieri saviglianese con gli amici e familiari era presente anche Elio Liboà, capo reparto e capo distaccamento di Saluzzo, anche lui prossimo al pensionamento.

[Luca Ariaudo con il papà Adriano]

Nei suoi 23 anni trascorsi nei pompieri di Savigliano Adriano Ariaudo ha ricordato con emozione e commozione: “L'esperienza che più mi ha toccato e non dimenticherò sono stati i tanti incidenti dove siamo intervenuti da quelli stradali a quelli sul lavoro. Noi vigili del fuoco siamo i primi ad arrivare sui luoghi degli incidenti per prestare soccorso e gli ultimi ad andare via. E tanti mi hanno davvero lasciato il segno per la gravità della situazione."

"Desidero - conclude Ariaudo - ringraziare la mia famiglia, ed in particolare mia moglie Carla, per avermi supportato e sopportato in questi 23 anni nei vigili del fuoco”.

Nel corpo dei pompieri di Savigliano continuerà ad esserci un Ariaudo con Luca il figlio di Adriano che porta avanti la passione di famiglia nell’aiuto al prossimo prestando soccorso.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium