/ Al Direttore

Al Direttore | 19 febbraio 2024, 10:19

“Sulla Cuneo-Nizza bene quanto deciso dal comitato di monitoraggio. Ma non cali l’attenzione”

Il Comitato Ferrovie Locali, il Comitato per la Cuneo Ventimiglia Nizza, il Comitato Pendolari e il Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile chiedono la firma della Convenzione entro la fine del mese, per raggiungere le quattro coppie di treni

“Sulla Cuneo-Nizza bene quanto deciso dal comitato di monitoraggio. Ma non cali l’attenzione”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato Ferrovie Locali, il Comitato per la Cuneo Ventimiglia Nizza, il Comitato Pendolari e il Coordinamento Mobilità Integrata e Sostenibile, con al centro il risultato della riunione del comitato di monitoraggio della linea Torino-Cuneo-Ventimiglia-Nizza del 14 febbraio scorso.

***

Nel pomeriggio del 14 febbraio presso la provincia e in collegamento on-line si è riunito il comitato di monitoraggio della linea Torino Cuneo Ventimiglia Nizza. Oggetto della riunione la proposta - formulata dalle associazioni che si interessano della linea ferroviaria - per la reintroduzione della quarta coppia di treni tra Piemonte e Liguria (proposta approvata all'unanimità con un ordine del giorno nell'ultimo consiglio comunale di Cuneo).

L'incontro si è concluso con la conferma definitiva della quarta corsa con partenza alle 8:41 da Cuneo e arrivo alle 11:21 a Ventimiglia. Il problema rimane irrisolto per il ritorno, in quanto la partenza viene fissata da Trenitalia alle 14:55 con arrivo a Cuneo alle 17:35: manca quindi la possibilità di usufruire del treno per Torino delle 17:24, gli utenti dovrebbero attendere nella stazione di Cuneo sino alle 18:12 e poi effettuare un cambio a Fossano alle 18:35 e raggiungere così Torino alle 19:39. Tutto ciò in contrasto con le esigenze dei pendolari e degli utenti del servizio, per i quali le associazioni avevano proposto una partenza intorno alle 16:30, molto più funzionale.

RFI e Trenitalia, pur convenendo su questa soluzione, hanno opposto ragioni di sovraccarico della stazione di Ventimiglia e di contrattualistica commerciale da parte della Liguria e proposto di accettare l'orario da loro individuato per il ritorno con l'impegno a studiare, mediante un tavolo tecnico, la migliore soluzione. Non è stato pertanto accolto quanto proposto dai tecnici delle associazioni, le quali hanno ritenuto che queste verifiche dovessero essere fatte prima e - pur a malincuore – hanno accettato la soluzione proposta con l'impegno regionale a migliorare in tempi brevi il servizio. Ma un'ora dopo è comparso un comunicato della Regione che annunciava per il 2 aprile l'inizio della quarta corsa. Sono seguite riflessioni irritate delle associazioni in quanto al tavolo non era stato annunciato tale improvviso cambiamento, perché si era sempre parlato del 29 aprile.

Vogliamo prendere questo risultato come un successo delle nostre pressioni, che ora si faranno ancora più incisive per ottenere anche la firma della Convenzione a fine mese, e per trovare una soluzione concordata con la Liguria per realizzare un servizio a quattro coppie di treni a misura di utenti, pendolari e turisti. Per chi si batte da dieci anni su questa linea e su una scelta strategica, anche di natura economica, lavorativa e commerciale, non sarà difficile chiamare le popolazioni cuneesi alla mobilitazione.

Al Direttore

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium