/ Curiosità

Curiosità | 29 febbraio 2024, 18:37

Arcimboldo d’Oro premia a Napoli Giuseppe De Lucia

De Lucia si è aggiudicato la nomina di artista tradizionale Napoletano e l’assegnazione in giudizio di ben “tre pennelli d’oro”.

Arcimboldo d’Oro premia a Napoli Giuseppe De Lucia

Lunedì 26 febbraio al Grand Hotel Capodimonte di Napoli l’organizzazione de l’Arcimboldo d’Oro, ha premiato i migliori artisti del gusto, nonché custodi e ambasciatori delle arti antiche a livello mondiale, inserendoli nella prestigiosa guida.

Ormai diventato personaggio di spicco nel mondo della ristorazione, il maestro pizzaiolo Napoletano Giuseppe De Lucia, campione nazionale e pluripremiato in tutta Italia, titolare di Passione Pizza, nel centro storico della città di Cuneo dove con costanza, sacrificio e tanta passione è diventato una vera icona per la città e per il suo settore.

Alla cerimonia, a tutti gli artisti premiati vengono così assegnati i famigerati pennelli d’oro, in un numero da 1 a 3 a seconda della valutazione ottenuta.

Giuseppe tra i protagonisti della premiazione, si è aggiudicato la nomina di artista tradizionale Napoletano e l’assegnazione in giudizio di ben “tre pennelli d’oro”, ben si il massimo della valutazione.

Entra cosi a far parte della Guida, tra i più grandi maestri e professionisti della storia della pizza napoletana nel mondo, nomi di grande calibro, come Antonio Starita, Salvatore Di Matteo e Luciano Sorbillo.

"Sono felicissimo di essere riuscito ad ottenere questo enorme riconoscimento, ma ancor più per aver ottenuto la massima valutazione, quella ricevuta dai grandissimi personaggi che hanno fatto la storia della pizza nel mondo, in mezzo alle grandi icone dell’arte bianca e di questo ne vado fierissimo e come sempre ne farò tesoro, per poter dimostrare alla gente la mia grande passione e voglia di fare, che non avrà mai fine" ci racconta Giuseppe De Lucia "... un grazie infinito a chi rende possibile tutto ciò, in primis alla mia famiglia, a mia moglie Angela, che ha dato vita a questo mio sogno, ed a mio figlio Filippo che seguendomi costantemente ha appreso tanto da me negli anni, essendo stato il mio primo allievo, ma oggi un punto di forza per la nostra azienda, un grazie infinito va anche a tutti quelli che mi seguono e che nel tempo mi sono stati vicino e ancora oggi danno fiducia al mio operato.  E per tutti voi che non smetterò mai di dare il massimo e di crescere ogni giorno".

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium