/ Attualità

Attualità | 20 giugno 2024, 10:21

Ricorsi al Tar sul maxi-concorso infermieri, interviene la Regione: "Si proceda alle assunzioni"

Il chiarimento dopo le segnalazioni dei sindacati: "Esclusa la sospensiva, i provvedimenti impugnati sono efficaci e possono essere eseguiti immediatamente dalle aziende sanitarie"

Ricorsi al Tar sul maxi-concorso infermieri, interviene la Regione:  "Si proceda alle assunzioni"

Arriva una schiarita sulla controversa vicenda del concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di 226 posti indetto da Azienda Zero e sul quale pendono due ricorsi presentati di fronte al Tar del Piemonte. Ricorsi che avrebbero creato una situazione di incertezza, al punto che diverse aziende sanitarie piemontesi si sarebbero determinate ad attendere chiarimenti prima di procedere ad assunzioni da quella graduatoria. 

"Alcune aziende sanitarie stanno assumendo, altre propongono contratti a tempo determinato, alcune invece inseriscono clausole contrattuali e in altre ancora si decide addirittura di non assumere. Tutto ciò in attesa dell'udienza prevista per il prossimo 19 novembre - scrivevano dal Nursind regionale lo scorso 13 giugno, tornando a segnalare il caso alla Direzione Sanità della Regione Piemonte e ai vertici di Azienda Zero -. Di fronte a tale situazione, poco rassicurante, oltre che confusa e disordinata, molti, a ragione, decidono di non accettare l'assunzione o di temporeggiare. Comprendiamo l'autonomia giuridica delle singole aziende, ma non possiamo accettare che questo si trasformi in anarchia, in quanto l'impatto della situazione venutasi a creare potrebbe avere notevoli e importanti ripercussioni su scala regionale e non solo per le singole aziende, con oggettive difficoltà per i servizi, oltre che sulle politiche assunzionali".

La risposta è arrivata lunedì 17 giugno dalla Regione Piemonte, a seguito di numerose segnalazioni da parte di più sigle sindacali. 

"E’ indubbio – scrivono dalla Regione - che la sospensione delle assunzioni già avviate o la proposta di contratto a tempo determinato, in luogo di quello a tempo indeterminato, sta ingenerando confusione e preoccupazione nei candidati. In merito preme richiamare le ordinanze del Tar Piemonte relative ai due ricorsi avverso le graduatorie rispettivamente dell’Asl To3 e dell’Asl Al, in pubblicazione sul sito di Azienda Zero sottolineando che in entrambi i casi non è stata sospesa l’efficacia dei provvedimenti impugnati. Invero, in accoglimento dell’istanza cautelare avanzata in entrambi i ricorsi, il Tar Piemonte ha fissato al 19 novembre prossimo la data della discussione nel merito. Non avendo il Tar concesso la sospensiva, i provvedimenti impugnati sono efficaci e possono essere eseguiti immediatamente dalle aziende sanitarie regionali, procedendo all’assunzione dei candidati vincitori del concorso. Ciò in considerazione della diffusa e nota carenza di personale infermieristico, al fine di evitare pericolose carenze di organico, specie in vista dell’imminente periodo estivo".

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium