/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 24 gennaio 2017, 18:43

Nel 2018 il Giro d'Italia torna in Granda? Atl del Cuneese al lavoro

“Ci sono ottime possibilità” annunciano Bernardi e Bongioanni dell'Atl. Oggi una delegazione cuneese ha incontrato il direttore Rcs Vegni a Milano

La delegazione cuneese in Rcs a Milano

“Lavoriamo per un 2018 in rosa con il Giro d'Italia sulle Alpi di Cuneo!” Un annuncio che fa sognare gli appassionati di ciclismo della Granda e che arriva dalla pagina facebook di Mauro Bernardi, presidente dell'Atl Cuneese.

Oggi era in Rcs a Milano per incontrare il direttore dell'area ciclismo Mauro Vegni. Insieme a lui una delegazione tutta cuneese composta dal direttore Atl Paolo Bongioanni, dal delegato Rcs per la provincia di Cuneo Sergio Trossarello, dal consigliere provinciale Rocco Pulitanò e da Orazio Puleio e Davide Lauro del Comitato Granda Giro d'Italia 2016.

Li abbiamo intercettati al telefono sulla strada del ritorno. “L'Atl sta lavorando per portare la corsa rosa in provincia di Cuneo nel 2018”, ha dichiarato Bernardi, già presidente del Comitato Granda Giro d'Italia 2016.

“Ci sono ottime possibilità che il giro arrivi nelle montagne in provincia di Cuneo con una tappa che interessi più valli, un arrivo importante e magari anche una partenza dalla Granda – ha detto il direttore Atl Paolo Bongioanni -. Tutto all'insegna di un accordo forte e una collaborazione strettissima con la Regione Piemonte e l'assessore allo Sport Ferraris che è molto attento al territorio cuneese. Nel 2016 abbiamo dimostrato grandi capacità organizzative, di accoglienza e correttezza nei pagamenti”.

C'è molto entusiasmo, anche se la conferma ufficiale arriverà soltanto nel mese di settembre.

Quale potrebbe essere l'arrivo in Granda? “Ipotesi ce ne sono tante – conclude Bongioanni -. Puntiamo a una location per noi interessante, che sia spettacolare sia dal punto di vista sportivo che naturalistico, che rappresenti il territorio cuneese interessando più valli”.


 

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore