/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2018, 12:28

#IoSonoConFranci: in centinaia si schierano su facebook con il ragazzo autistico escluso dalle scuole superiori

Tam tam su facebook partito da un messaggio di mamma Claudia: “Mi piace pensare che questa esperienza possa essere l'opportunità per creare qualcosa di bello. Desidero fare tutto il possibile perché non capiti MAI PIÙ A NESSUNO che venga calpestato il diritto alla scuola e ad una vita con le pari opportunità delle altre persone”

Alcuni dei post di solidarietà comparsi sulla pagina facebook di mamma Claudia

Alcuni dei post di solidarietà comparsi sulla pagina facebook di mamma Claudia

Un "caso" troppo difficile da gestire. Con questa motivazione Francesco, ragazzo autistico di 16 anni di Boves, è stato escluso dalla scuola superiore. E' a casa dal 18 ottobre.

A raccontarlo è mamma Claudia Pirotti dalla sua pagina facebook: “Nonostante Francesco abbia frequentato serenamente 9 anni di scuola e sia ancora in obbligo scolastico, la scuola superiore lo ha escluso. Mi piace pensare che questa esperienza possa essere l'opportunità per creare qualcosa di bello. Desidero fare tutto il possibile perché non capiti MAI PIÙ A NESSUNO che venga calpestato il diritto alla scuola e ad una vita con le pari opportunità delle altre persone. Lo devo a Franci, che non si può rappresentare da solo. E agli altri miei figli, Sofia e Tommaso, perché possano crescere nell'idea che al mondo c'è posto per tutti”.

Il messaggio è stato postato venerdì 16 novembre alle 7.30 del mattino. In sole 24 ore la pagina di questa mamma coraggiosa è stata letteralmente inondata di messaggi di solidarietà: tanti tantissimi selfie di persone che con orgoglio mostravano un foglio con il messaggio #IoSonoConFranci.

Claudia Pirotti è una “fata”: da tempo è ambasciatrice dei “Bambini delle Fate, un’impresa sociale che dal 2005 si occupa di comunicazione sociale e raccolta fondi per assicurare sostegno economico a progetti e percorsi di inclusione sociale gestiti da partner locali, a beneficio di famiglie con autismo e altre disabilità.

“Quando sentite dire a qualcuno che il mondo è tutto rabbia, tristezza, fatica... invitatelo a farsi un giro qui sul mio profilo – ha commentato mamma Claudia -: con un semplice messaggio ad un centinaio di miei contatti si è creata in 24 ore un'onda di solidarietà di migliaia di persone. Vero, è facile scrivere parole, farsi un selfie. Ma io credo in ognuno di voi! So che se la nostra storia vi ha toccato, da domani presterete più attenzione ai tanti "Franci" che vivono accanto a voi, a quelli che incontrate nelle vostre giornate. Ma a noi... chi ci spegne il sorriso?”

cristina mazzariello

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium