/ Saluzzese

Saluzzese | 13 ottobre 2015, 11:01

Oggi l’appalto dei lavori di messa in sicurezza del ponte Po di Paesana. Dureranno 40 giorni, ma soltanto 7 saranno di chiusura al traffico

Alle 14 di martedì 13 ottobre, nella sede del Bacino Imbrifero Montano del Po, l’apertura delle buste. In gara ditta giunte anche da Modena e Perugia. Appalto da 400.000 euro

Oggi l’appalto dei lavori di messa in sicurezza del ponte Po di Paesana. Dureranno 40 giorni, ma soltanto 7 saranno di chiusura al traffico

Alle 14 di oggi, martedì 13 ottobre, nella sede del Bacino Imbrifero Montano del Po di via Santa Croce a Paesana verranno aperte le buste contenenti le offerte al ribasso per l’assegnazione dell’appalto inerente i lavori di cui necessita il caratteristico ponte ad archi sul Fiume Po che unisce Borgo Santa Margherita a Borgo Santa Maria per dare vita al concentrico e portare a termine una non più procrastinabile operazione di restyling della struttura di cui oggi nessuno conosce l’esatto tonnellaggio.

L’ultima perizia depositata parla di “qualità del calcestruzzo impiegato nella costruzione del manufatto decisamente buona con valori di resistenza a compressione elevati e di carbonatazione (il processo chimico naturale o artificiale, per cui una sostanza, in presenza di anidride carbonica  à luogo alla formazione di sali derivati dall’acido carbonico) del calcestruzzo assai diffusa ma non molto profonda”. Un ponte “malato” insomma. Per questo la Giunta ha deciso di sottoporlo – “senza ulteriori indugi” - ad un intervento che da un lato preveda la risoluzione delle problematiche connesse alla vetustà del manufatto e dall’altro consenta la verifica dell’infrastruttura secondo le Norme Tecniche di Costruzione attualmente vigenti.

Il progetto è stato redatto dall’ingegner Giuseppe Battaglia di  Mondovì in collaborazione con l’Ufficio Tecnico comunale. Al suo “goloso” capezzale (spesa prevista intorno ai 400mila euro) sono accorse le migliori ditte specializzate, giunte appositamente anche da Modena e Perugia.

I lavori inizieranno, tempo permettendo, nei giorni immediatamente successivi alla “Rassegna d’autunno” che Paesana ospiterà domenica 18 ottobre prossimo. Si comincerà con il montare un capace ponteggio sospeso nel vuoto, proprio al di sotto della soletta di transito, che sarà la parte del ponte maggiormente interessata dall’intervento: una volta scrostatala si penserà a rinforzarla con fibre di carbonio tanto resistenti quanto elastiche. Un’operazione, questa, che non influirà, se non minimamente, sul regolare scorrere del traffico sovrastante e che potrà essere effettuata anche in caso di pioggia o maltempo.

Diverso sarà invece il discorso per i due caratteristici archi, ciascuno dei quali poggia su 9 “pilastri”. Ogni pilastro verrà perforato verticalmente da parte a parte ed all’interno del foro fatto passare un cavo d’acciaio che successivamente si provvederà a sigillare con una colla particolare. Infilato dalla facciata superiore dell’arcata e fatto scorrere quanto necessario verso il basso, quando il  cavo sporgerà sul lato della soletta opposto a quello di transito, ecco che allora verrà ancorato ad una grossa traversa anch’essa di acciaio, ed il ponte avrà un ulteriore ancoraggio a garantirgli sostegno ed ancor più sicurezza.

Tempi. Per portare a termine l’intera operazione serviranno – ci dice il sindaco Mario Anselmo – “dai 30 ai 40 giorni”, con un massiccio ricorso al senso unico alternato e disagi alla circolazione tutto sommato meno invasivi di quanto fosse lecito pensare. Non più di 7, invece, dovrebbero essere i giorni di chiusura totale al traffico, in fasce orarie tali da creare il minor numero di disagi possibili alla popolazione (entrata ed uscita da scuola, mercato settimanale, operazioni di carico e scarico merci). Chi vorrà fare polemica può iniziare a prendere posto.

Non è detto che al termine dei lavori i dossi posti ai due imbocchi del ponte vengano rimossi.

R.G.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium