/ Cronaca

Cronaca | 28 luglio 2017, 19:48

Imprenditore accusato di aver utilizzato illecitamente olio combustibile ad uso industriale per riscaldare i capannoni

Usufruendo di tariffazione agevolata, avrebbe evaso il fisco per ottomila euro

Imprenditore accusato di aver utilizzato illecitamente olio combustibile ad uso industriale per riscaldare i capannoni

Secondo l’accusa avrebbe adoperato l’olio combustibile ad uso industriale per il riscaldamento dei capannoni. Illecitamente, perché si tratterebbe di olio che usufruisce di una accisa agevolata e che dovrebbe essere impiegato esclusivamente nei processi industriali. Evadendo in tal modo oltre 8.000 euro di imposte.

Per questo motivo è a processo A.C., presidente di un’azienda che commercializza prodotti idraulici e termo-sanitari con sede nel Saluzzese. In tribunale ha testimoniato un brigadiere della GdF che effettuò un sopralluogo il 1 aprile 2016: “Dalle fatture risultò l’acquisto di olio combustibile con accise agevolata che però non veniva utilizzato a scopo industriale”. I finanzieri si sarebbero limitati al solo accertamento documentale. Non avrebbero cioè verificato se il combustibile veniva effettivamente usato per alimentare l’impianto di riscaldamento dei capannoni aziendali.

Nel fascicolo del procedimento c’è tuttavia una dichiarazione scritta dello stesso imputato nella quale afferma che il combustibile era adoperato per il riscaldamento. Per appurare se il tipo di olio acquistato faccia parte della categoria che usufruisce di tassazione agevolata, verrà sentito come testimone un altro finanziere nell’udienza che il giudice ha fissato 27 ottobre, data nella quale saranno sentiti anche i testi e il consulente della difesa.

Monica Bruna

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium