/ Eventi

Eventi | 17 luglio 2018, 12:16

Il Club 4000 si presenta a Crissolo: ospite d'onore Luciano Ratto

Il primo uomo al mondo ad aver scalato tutti gli 82 4000 delle Alpi. Appuntamento sabato 21 luglio alle 17 al rifugio Pian della Regina. Organizza l'alpinista imperiese/crissolese Stefano Sciandra

Stefano Sciandra e Luciano Ratto al Museo della Montagna a Torino

Stefano Sciandra e Luciano Ratto al Museo della Montagna a Torino

 Conto alla rovescia per l'evento dedicato alla storia del del Club 4000 nel 25esimo anniversario della fondazione, in programma sabato 21 luglio alle ore 17 al rifugio Pian della Regina, sopra Crissolo in Alta Valle Po ai piedi del Monviso.

L'iniziativa, curata dall'alpinista imperiese/crissolese Stefano Sciandra, Socio del Club 4000 che ha recentemente scalato la sua 43esima vetta over 4000, si prefigge di far conoscere ad addetti ai lavori ma anche a tutti i frequentatori della Montagna la realtà del Club 4000 che oggi annovera 469 alpinisti di Paesi diversi  ed è il principale gruppo di Alta Montagna al mondo.

Ospite d'onore Luciano Ratto  primo uomo al mondo ad aver scalato tutti i 4000 delle Alpi,  fondatore nel 1993 assieme a Franco Bianco del Club 4000  e autore del bellissimo libro: “Tutti i 4000, l’aria sottile dell’alta quota". 

"Anche quest'anno - dichiara Sciandra - in sinergia con gli Amici Roberta e Gabriele Genre, gestori del Rifugio Pian della Regina, abbiamo pensato di proporre nell'ambito del contenitore "I sabati alpinistici", un appuntamento di alto livello volto a promuovere la cultura e l'amore per la Montagna. Il Club 4000 è nato contestualmente alla mappatura di tutti i 4000 delle Alpi, che nel 1993 sono stati determinati in 82 ufficiali dopo il riconoscimento ufficiale da parte dell'UIAA (Unione Internazionale delle Associazioni Alpinistiche). Nel corso dell'incontro, oltre a parlare del Club, per il cui accesso è necessario aver scalato almeno 30 vette di 4000 m, saranno proposti tre video fotografici inerenti al Club stesso, alla collezione, trait d'union tra i Soci assieme allo scambio di notizie e informazioni riguardanti le vette, e ad alcune salite su 4000 di grande spettacolarità".

L'obiettivo è stimolare la curiosità e la voglia di scoprire il magico mondo dell'alta Montagna.

"In questo contesto (sarà presente anche il CAI MONVISO SALUZZO, n.d.r.) - dice ancora Sciandra - l'auspicio è una partecipazione attiva da parte dei presenti per favorire un dialogo che oltre all'aspetto puramente relativo alla scalata abbracci altri temi quali quelli dei cambiamenti climatici e alle motivazioni che spingono un alpinista a salire montagne. Approfitto per ringraziare, oltre alla Famiglia Genre sempre sensibile ai temi inerenti alla Montagna, tutto il mio staff, diretto da Paola Frugone, e composto da Eric Dall'Olio e dal suo Team Leafspectre.com, e da Edoardo Agnese, per il supporto costante, sia nell'organizzazione dei vari eventi sia nel seguirmi nella mia attività alpinistica. A proposito di questo ultimo punto - conclude Sciandra - tra fine luglio e inizio agosto, valuterò assieme al mio compagno di cordata Marco Barmasse il forte alpinista valdostano, papà di Hervé (attualmente impegnato nel Karakorum nel tentativo di aprire una nuova via sulla parete Sud-Ovest del Gasherbrum IV, e ospite della trasmissione Kilimangiaro su RAI 3, n.d.r.), la possibilità di scalare altri 4000 per avvicinare quota 50. Dopo il Combin de la Tsessette (4141 m), salito pochi giorni fa (il 9 luglio, n.d.r.) potremmo spostare l'attenzione sull'Oberland Bernese, ma servirà verificare le condizioni, sia fisiche sia meteorologiche".

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium