/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2018, 14:44

Il 2018, ad oggi, risulta il 6° anno più caldo dal 1958: 1,48° C di anomalia positiva

A Boves sono stati 95 i giorni che hanno superato i 25° C di massima. Ben 17 giorni in più rispetto alla norma del periodo 1991-2015. La fonte è Arpa Piemonte

Il 2018, ad oggi, risulta il 6° anno più caldo dal 1958: 1,48° C di anomalia positiva

Ormai non si contano i dati e i segnali, a livello planetario, che evidenziano il riscaldamento in atto. Non fa eccezione, pur nel suo piccolo, il Piemonte, stando ai dati periodicamente diffusi dall'Agenzia regionale per l'Ambiente.

Al 18 settembre, il 2018 si colloca, infatti, al 6° posto nella distribuzione storica degli anni dal 1958 ad oggi, con un'anomalia positiva di 1.48°C rispetto alla norma del periodo 1971-2000.

Il contributo più rilevante allo scarto termico è stato dato da gennaio e poi da tutti i mesi successivi ad aprile; dalla seconda decade di aprile in poi non si sono più avute significativi e/o prolungati periodi con temperature inferiori alla media climatologica. Febbraio e marzo sono stati gli unici due mesi più freddi della norma.

Analizzando i dati delle stazioni rappresentative dei capoluoghi di provincia del Piemonte è stato rilevato un numero di giorni con temperatura massima giornaliera al di sopra dei 25°C superiore alla norma (1991-2015). L’anomalia varia da 3 giorni a Verbania a 44 a Novara come si può vedere nella tabella sottostante.

Boves, dove è collocata la centralina di Arpa, i giorni con massima superiore ai 25° C sono stati 95, ben 17 in più rispetto al periodo 1991-2015.

bs

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium