/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 22 novembre 2019, 11:15

Molteplici attività a Revello in occasione della “Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole”

Protezione civile, Alpini, elicotteristi, Soccorso alpino, Unità cinofile ed esperti a scuola, stamane (22 novembre) per una mattinata diversa dal solito, volta a promuovere la della cultura della sicurezza negli istituti scolastici e per la prevenzione dei rischi

Le attività che si stanno svolgendo all'Istituto comprensivo di Revello

Le attività che si stanno svolgendo all'Istituto comprensivo di Revello

Mattinata fuori dal comune per gli alunni delle scuole di Revello.

Il Comune, infatti, grazie alla collaborazione con la Dirigenza scolastica e le insegnanti, ha posto in essere molteplici attività e iniziative, nell’ambito della “Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole”.

Si tratta della giornata, istituita dalla legge del 13 luglio 2015. L’allora ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini (con premier Matteo Renzi) aveva fissato la data della giornata – con un apposito decreto – per il 22 novembre di ogni anno.

Obiettivo: ricordare tutte le vittime degli incidenti avvenuti nelle scuole italiane, attraverso la promozione di iniziative didattiche, formative e informative per la diffusione della cultura della sicurezza negli istituti scolastici e per la prevenzione dei rischi.

A Revello, in tal contesto, l’Amministrazione comunale ha coinvolto davvero molte realtà, come spiega il sindaco Daniele Mattio, “in una mattinata di attività educative rivolte ai nostri ragazzi”.

Stamane, a scuola, si sono presentati rappresentanti dei Carabinieri forestali, Soccorso alpino, Primo e Secondo reggimento Alpini, unità cinofile, gli elicotteristi del 34esimo gruppo Squadroni Aves “Toro” di Venaria Reale, gli immancabili volontari della Protezione civile e dell’Associazione nazionale Alpini, gli esperti dell’Università di Genova, con i piloti di droni e ingegneri idraulici.

Il rapporto che lega il Comune di Revello con gli Alpini dura da secoli. Nella scorsa primavera, il primo cittadino Daniele Mattio aveva consegnato al generale di brigata Davide Scalabrin, comandante della Brigata Alpina Taurinense, la cittadinanza onoraria revellese, “per l’eroica testimonianza di totale ed incondizionato servizio alla Patria e dei valori di soliderietà”

Il sindaco Mattio ha voluto estendere il ringraziamento a tutte le realtà coinvolte nella giornata odierna, nelle classi delle scuole revellesi.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium