/ Eventi

Eventi | 25 agosto 2020, 21:44

Dall'Etna al Monviso: Giovanni Panzera pronto a percorrere in bici tutta l'Italia in un abbraccio lungo 3000 chilometri

Tra gli sponsor e i sostenitori del progetto, che rientra in "Pedalando con le aquile", anche Baladin, che ha sposato l'impresa con la sua birra Nazionale, l'unica 100% made in Italy. Giovanni racconterà la birra incontrando le terre da dove provengono i suoi ingredienti

Dall'Etna al Monviso: Giovanni Panzera pronto a percorrere in bici tutta l'Italia in un abbraccio lungo 3000 chilometri

 

2950 chilometri, 92 salite tra i 1000 e i 2000 metri di dislivello, 13 regioni e 34 parchi tra nazionali, regionali e patrimonio Unesco. Partenza il 1° settembre, dall'Etna, per arrivare verso la metà di ottobre alle pendici del Re di Pietra.

E' questa la grande avventura del viaggiatore e documentarista Giovanni Panzera, che pedalerà in completa autosufficienza e autonomia, con tenda e apparecchature per le riprese video in un carretto attaccato alla bici, lungo tutta l'Italia, in un simbolico abbraccio al Bel Paese, attraverso la sua spina dorsale, gli Appennini.

La presentazione al Baladin di Cuneo. E proprio Baladin, con la sua Nazionale, unica birra cento per cento italiana nata nel 2011, è uno degli sponsor della traversata, che fa seguito a quella del 2019, che ha visto Giovanni Panzera percorrere le Alpi in una straordinaria traversata.

Con lui sempre il fratello Teresio, che lo supporterà durante il viaggio con l'auto, a distanza, accompagnandolo nelle tante tappe previste, alcune legate a delle autentiche imprese del ciclismo.

Ma sarà anche un viaggio attraverso le regioni dove crescono e vengono coltivati i prodotti della Nazionale. Dall'arancio di Sicilia al bergamotto di Calabria fino all'orzo di Basilicata, da cui si ricava il malto con cui Baladin produce tutte le sue birre.

Ai piedi del Monviso la fine del viaggio sarà festeggiata dall’evento di presentazione della "Nazionale luppolo fresco", fatta con i fiori di luppolo raccolti a fine estate. L'avventura sarà raccontata attraverso immagini e video sui social di Baladin: "questo viaggio è anche il racconto della filiera agricola che sta dietro alla birra artigianale".

Giovanni Panzera si è allenato tantissimo per questa impresa, che rientra nel grande progetto "Pedalando con le aquile", con cui nel 2019 ha attraversato tutte le Alpi. Quest'anno la bici di Panzera abbraccerà l'Italia da Sud a Nord, all'insegna della voglia di rinascita e lungo la spina dorsale del Paese. Non è un caso la scelta di Pian del Re. "Potevo scegliere il Monte Bianco come destinazione - ha spiegato Giovanni - ma dal Monviso nasce il Po, il fiume più importante d'Italia. E quest'anno sentivo che il messaggio più importante doveva essere quello della rinascita, di un nuovo inizio, in un periodo difficile per tutti".

L'avventura di Giovanni Panzera è sostenuta dal Comune di Cuneo, da Confcommercio e Confartigianato, oltre che da tanti partner, tra cui l'azienda Merlo. L'entusiasmo è tanto, la voglia di seguire questa avventura anche. 45 giorni per raccontare un'Italia slow, fatta di tradizioni e panorami spesso sconosciuti, ma che, nelle immagini che realizzeranno i due fratelli durante il viaggio, potranno venire scoperti in tutta la loro bellezza.

Una grande vetrina anche per Cuneo: il suo nome percorrerà, assieme a Giovanni, tutta l'Italia.

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium