ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 23 marzo 2021, 12:05

Il premio Fidapa Saluzzo a Emanuela Maggio per l’impegno nell’associazione Penelope

Domani mercoledì 24 maggio. Il conferimento in diretta dalla sala rossa del Comune. Si può seguire solo online sulla piattaforma Zoom

Emanuela Maggio, nella sede di tessitura dell'associazione Penelope

Emanuela Maggio, nella sede di tessitura dell'associazione Penelope

La sezione di Saluzzo della «Fidapa» conferirà la "Targa Fidapa 2021" ad Emanuela Maggio, già assessore alle Politiche sociali nella Giunta Allemano "per il suo costante impegno a favore dell’associazione di promozione sociale “Penelope” che da anni riunisce donne, in gran parte di origine straniera, favorendone l’integrazione nel tessuto sociale attraverso l’apprendimento dell’arte della tessitura" afferma leggendo la motivazione la presidente Marisa Russotti Gullino.

L’appuntamento è mercoledì 24 marzo alle 16 nella Sala degli Specchi dell’ex caserma "Musso" e si potrà seguire solamente sulla piattaforma Zoom al link: Entra nella riunione in Zoom: https://us02web.zoom.us/j/83270110994?pwd=OVg2VW5iQ2p3QXRXenNiTzNnckxHUT09 ID riunione: 832 7011 0994 Passcode: 679872 

Penelope è nata nel 2007, quando una educatrice, un maestro tessitore, molte volontarie e le prime donne straniere iniziano la loro avventura.

L’idea è quella di creare uno spazio nuovo, di integrazione e conoscenza attraverso un’arte antica come quella della tessitura. Inizialmente si è trattato di un progetto del Comune di Saluzzo, attuato dall’Assessorato alle Pari Opportunità con il sostegno di enti e associazioni cittadine.

La prima sede è stata quella di corso Piemonte, al civico 59. Con gli anni la realtà di Penelope si è fatta sempre più concreta fino alla grande trasformazione del 2012 quando, non solo si è costituita in Associazione di Promozione Sociale ma si è trasferita nei nuovi spazi dati dal Comune di Saluzzo, presso la Caserma Musso.

L’iniziativa rientra nella rassegna "Storie di (dispari) opportunità" del mese di marzo, organizzata quest’anno in conformità alle restrizioni  per la pandemia dalla Consulta pari opportunità del Comune di Saluzzo  e la rete contro la violenza alle donne (che raggruppa associazioni ed enti del territorio).

Gli eventi sono in numero ridotto ma si può partecipare via web, da remoto, Per tutto marzo, la Consulta pari opportunità propone la partecipazione a "Pillole di poesia" dell’associazione "Voci Erranti".  Un progetto di Cristina Soci in collaborazione con Eleonora Milanesio che presenta, ogni domenica, omaggi a poetesse e poeti, sui canali social di «Voci Erranti». "In questi mesi di forti difficoltà per tutti – dicono la presidente Maria Barrera e l’assessora Attilia Gullino in cui spesso per le donne ci sono stati problemi ancora maggiori, in ambito famigliare e professionale, come Consulta abbiamo cercato di portare avanti il nostro mandato e continuiamo a lavorare per il supporto a tutto il mondo femminile a livello locale, sperando che attività, incontri, momenti di sensibilizzazione e approfondimento possano ripartire al più presto".

 

vilma brignone

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di Targatocn.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium