/ Attualità

Attualità | 30 aprile 2021, 19:05

"Solo uniti e solidali potremo uscire dal momento di crisi che stiamo vivendo"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera delle ACLI provinciali

"Solo uniti e solidali potremo uscire dal momento di crisi che stiamo vivendo"

Primo maggio, festa dei lavoratori. In un periodo come questo, ci verrebbe da dire che non ci sia molto da festeggiare, a causa della pandemia che ha portato a una crisi sanitaria, economica, sociale e morale da cui non sappiamo come e quando potremo uscire.

Eppure il Primo Maggio può essere per noi, come associazione di lavoratori e di cristiani, un momento in cui prendere coraggio, armarci di fiducia e di buona volontà, per trovare nuove strade da percorrere insieme. Se restiamo uniti, se siamo solidali, se ci sosteniamo a vicenda, troviamo il coraggio di andare avanti, mettendo in campo le nostre capacità, la fantasia e le competenze che abbiamo, per ricominciare, per creare lavoro dignitoso per tutti, per contrastare lo sfruttamento di chi approfitta della crisi per sopraffare gli altri e trarre guadagni illeciti, per dare una prospettiva ai giovani e un motivo per vivere agli anziani.

I giovani hanno tanto da insegnare e anche tanto da imparare dagli anziani: le generazioni, incontrandosi, possono darsi fiducia a vicenda, possono aiutarsi, come pure le persone appartenenti a culture diverse. Se sapremo accoglierci tra noi, senza pregiudizi, se saremo disponibili a apprendere dall’altro e condividere quello che sappiamo, potremo uscire da questa crisi.

Impariamo da San Giuseppe, patrono dei lavoratori, l’umiltà e la pazienza e affidiamo alla sua intercessione la nostra speranza.

Grazie,

le ACLI della provincia di Cuneo

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium