/ Sanità

Sanità | 30 aprile 2021, 18:18

Dopo gli 80enni, al via a Bagnolo le vaccinazioni per gli “over 70” (FOTO)

Ieri sono infatti state somministrate le prime dosi. Il grazie del sindaco Bruno Franco a quanti collaborano: “L’esperienza dei vaccini è la riprova di una proficua collaborazione tra Asl, Comune e volontariato locale”

Le vaccinazioni "over 70" a Bagnolo Piemonte

Le vaccinazioni "over 70" a Bagnolo Piemonte

Era stato il primo comune delle Valli Po e Infernotto a partire, all’indomani della zona rossa istituita qui il 3 marzo scorso, con la campagna di vaccinazione di massa per gli over 80.          

E ora, concluso brillantemente il “test” degli over 80, a Bagnolo Piemonte procede senza intoppi la campagna vaccinale anti-Covid sulla popolazione. Ieri sono infatti state somministrate le prime dosi di vaccino anche alla fascia “over 70”, in collaborazione con i medici di base del paese e con l’immancabile supporto delle Associazioni di volontariato locale: la squadra Anti incendi boschivi e la locale Croce verde.    

Il Comune – spiega il sindaco Fabio Bruno Francoha messo a disposizione due impiegati comunali e un infermiere professionale”.

Proprio il sindaco, ancora una volta, ci tiene a ringraziare quanti hanno collaborato per questo nuovo importante tassello nella lotta al Covid: “Un ringraziamento speciale a tutti i volontari che collaborano all'iniziativa, in modo particolare questa volta all'infermiera Stefania Raisa, che si è resa disponibile a collaborare a titolo gratuito”.

Il vicesindaco Mara Maurino ha invece affidato al suo profilo Facebook il ringraziamento pubblico per i volontari che ancora una volta non hanno fatto venir meno il loro apporto: “Alcuni volontari dell’Ain di Bagnolo questa sera (mercoledì: ndr) dopo aver terminato la propria giornata di lavoro si sono adoperati per montare un gazebo all’ingresso della zona vaccini.

Questo per evitare che le persone che verranno a vaccinarsi, si possano bagnare nell’attesa del loro turno. Domani, con la Croce verde, saranno presenti a svolgere il loro prezioso lavoro di volontariato per la nostra comunità.

Alcuni volontari prendono ferie per essere presenti: che dire… grazie di cuore”.

Il centro vaccinale, così come avvenuto per gli over 80, continua ad essere allestito nei locali dell'ex scuola materna.

L’esperienza dei vaccini – rimarca il sindaco – è la riprova di una proficua collaborazione tra Asl, Comune e volontariato locale”.

Ni.Ber.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium