/ Curiosità

Curiosità | 11 giugno 2021, 15:39

"Il territorio lo fanno le persone!": a Busca importanti traguardi con il progetto “Re&Ti” (VIDEO)

Bambini e ragazzi come cittadini attivi. Lo scorso venerdì sera un incontro presso il parco del quartiere San Rocco con il sindaco Marco Gallo e le assessore Lucia Rosso e Beatrice Aimar, mentre ieri una speciale novità

"Il territorio lo fanno le persone!": a Busca importanti traguardi con il progetto “Re&Ti” (VIDEO)

Le case popolari che fanno da cornice ed un ampio spazio fatto di prato, alberi a fare ombra, uno scivolo, quattro altalene ed altre giostre. Ieri, all’entrata, la novità: una speciale buca delle lettere.

Presso il parco del quartiere San Rocco di Busca, ogni giorno ragazzi e bambini di età e culture diverse qui si incontrano. Proprio qui, a febbraio era iniziato “Re&Ti – Risorse educanti e Territori Inclusivi”, un progetto promosso dal comune di Busca e rivolto principalmente ai giovani del quartiere o che abitualmente frequentano i giardinetti.

Due educatori referenti, Daniele Ficetti e Stella Rapallino, che con la loro professionalità in questi mesi hanno affiancato i ragazzi nell’espressione, promosso lo scambio e la costruttiva interazione. Insieme a loro Barbara, una giovane ragazza con percorso formativo in advocacy, scelta per essere importante punto di riferimento, sostegno ed affiancamento ai giovani.
Da febbraio a giugno, l’appuntamento tutti i sabati pomeriggio. L’iniziativa, attraverso l’approfondimento e la conoscenza di strumenti multimediali, ha coinvolto attivamente a sentirsi responsabili, attenti e sintonizzati verso sé stessi e gli altri.

Lo scorso venerdì, al parco, un’importante serata aperta ai genitori ed a quanti avessero avuto piacere di partecipare. I giovani si sono presentati, distribuendo poi “Facebusc”, il loro volantino. Scritte all’interno concrete proposte, come ad esempio l’inserimento nel parco di un bagno accessibile o l’aggiustamento della rete che delimita il parco per garantirne la sicurezza. Poi un video, il frutto di questi mesi anche molto impegnativi, ed un “passaggio di consegne”: Barbara, in questi mesi portavoce dei ragazzi, ha consegnato il ruolo a Waild e Yassine, entrambi di 14 anni. I due giovani si sono volontariamente offerti nel ricoprire l’incarico: "Sappiamo che non è un compito facile ma ci teniamo molto perché crediamo in questo progetto".

Concordano senza alcuna esitazione: "Il territorio lo fanno le persone!". Presenti venerdì, ma soprattutto ammirati dall’entusiasmo ed impegno dimostrato dai ragazzi, il sindaco di Busca, Marco Gallo, e le assessore, Lucia Rosso e Beatrice Aimar. Per primi hanno fortemente voluto la realizzazione di questo progetto, guardando ai più giovani come cittadini attivi, capaci e propositivi.

“Re&Ti” è stato possibile grazie ad un finanziamento del Fondo sociale europeo e del Fondo europeo sviluppo regionale. Ha coinvolto cinque cooperative sociali: Animazione Valdocco, Emmanuele, Momo; Insieme a Voi e Proposta 80.
Una cassetta nera e gialla a forma di gufo, dove l’animale simboleggia la fortuna, mentre il colore giallo è richiamo di luce e d’intelletto. La scritta “Re&Ti” sopra. Venerdì sera è stata consegnata una chiave al sindaco e, nel prenderla, da parte sua il gesto concreto di ascolto.

Da ieri pomeriggio è stata posizionata all’entrata del parco. Ogni ragazzo metterà dentro la cassetta la propria lettera firmata, di modo da esercitare non soltanto il diritto di esprimersi ma anche quello di esserne consapevole. Una regola semplice, però molto significativa per i ragazzi: sono stati proprio loro a deciderla.

Il sindaco e le assessore saranno, così, al corrente di tutte le richieste. Un dialogo che si desidera continuare e, nell’essere vivo, capace anche di importanti realizzazioni.

Beatrice Condorelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium