/ Attualità

Attualità | 15 giugno 2021, 18:11

Paolo Manera lascia Confartigianato Mondovì: "Soddisfatto del lavoro svolto, bisogna capire quando farsi da parte, per me il momento è arrivato"

Riceviamo e pubblichiamo il commento del presidente degli artigiani a conclusione dei suoi quattro anni di mandato sull'area monregalese

Paolo Manera lascia Confartigianato Mondovì: "Soddisfatto del lavoro svolto, bisogna capire quando farsi da parte, per me il momento è arrivato"

Tempo di cambiamento ai vertici di Confartigianato Zona di Mondovì. Dopo quattro anni, di cui gli ultimi due trascorsi nel periodo emergenziale del covid,il presidente dell'area monregalese, Paolo Manera lascia l'associazione.

"Si conclude il mio percorso in Confartigianato, Zona di Mondovì, dopo quattro anni di lavoro di cui due passati ad affrontare le problematiche legate alla pandemia mondiale da Covid-19 - scrive Paolo Manera - L’esperienza come Presidente della zona di Mondovì mi ha dato la possibilità di maturare sindacalmente e capire profondamente quali siano le necessità delle imprese e degli imprenditori al giorno d’oggi. Sono soddisfatto di tutto il lavoro svolto. Abbiamo creato sinergie e convenzioni con i Comuni delle nostre valli, un rapporto di collaborazione efficace con la Regione, un dialogo continuo con i singoli artigiani della zona che mi contattavano per espormi le loro problematiche. Non ultima la nascita di tanti rapporti di amicizia con i colleghi e il personale del sistema Confartigianato".

"Pochi giorni prima della fine del mio mandato ho preso la decisione di dimettermi - prosegue Manera - nonostante avessi il sostegno degli artigiani, perché non posso avvallare un sistema, imposto da persone, che non preveda il giusto ricambio all’interno dell’associazione sindacale. Purtroppo, per l’ennesima volta, il mio vicepresidente Roberto Ganzinelli ha voluto ricandidarsi alla carica di Vicepresidente Vicario, dopo più di 20 anni di ininterrotta presenza ai vertici della zona di Mondovì, e delle società collegate a Confartigianato. Reputo che quest’azione sia ostativa e limitativa perché preclude la possibilità di ricambio e rinnovamento continuo che dovrebbe essere assicurata all’interno della presidenza zonale. Quando far parte dei vertici di un’associazione diventa soprattutto un mestiere remunerativo, legato ad indennizzi economici, si perde di vista qual è il vero obbiettivo. La tutela sindacale e l’assistenza degli artigiani. Ho deciso di non scendere a compromessi e di non ripresentarmi perché negli ultimi due anni non ho potuto esercitare il mio mandato in serenità. Alcune mie prese di posizione a favore degli artigiani, come ottenere l’apertura 2 dell’attività dei boscaioli durante il primo lock down, sono state strumentalizzate in un’accusa di interessarmi esclusivamente ai territori montani. Anche la vicinanza alle difficoltà delle stazioni sciistiche, per me doverosa in quanto il turismo montano genera una ricaduta economica superiore al 60% del gettito annuo sulle attività commerciali e artigianali di valle, è stata boicottata. Quando, infine, il tentativo di imporre le proprie posizioni politiche - tenute in sedi istituzionali - sul bene degli artigiani (vedasi i bonus economici alle attività) ho avuto la certezza che non si stava più facendo sindacato. Ogni tanto bisognerebbe capire quando è il momento di farsi da parte. Per me è arrivato. Ho sottratto volentieri tempo alla mia famiglia e all’impresa nel tentativo di assistere gli artigiani che ho orgogliosamente rappresentato per quattro anni, tutto ciò senza ricevere uno stipendio, ed anzi investendo le risorse personali. Come me lo hanno fatto in tanti all’interno del sistema Confartigianato. Non bisogna confondere l’associazione con un lavoro, il reddito si genera con la propria impresa, altrimenti si perde di vista lo scopo sindacale della confederazione. Auguro un buon lavoro al futuro presidente che spero riesca a fare meglio di quanto, nel mio piccolo, ho cercato di portare avanti sempre nell’interesse di tutti quelli che ho considerato “artigiani come me”.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium