/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2021, 14:30

Dopo il lockdown lascia la città per trasferirsi a Piaggia nel comune di Briga Alta e aprire un'attività

La signora Monica Arnaldi, affezionata fin da bambina al borgo brigasco, ha deciso di cambiare vita e trasferirsi a Piaggia, dove ha appena inaugurato un B&B

Il sindaco Federica Lanteri con Monica Arnaldi

Il sindaco Federica Lanteri con Monica Arnaldi

Abbandonare i ritmi frenetici della città e riscoprire la bellezza e la tranquillità del paese dell'infanzia. 

E' la storia della signora Monica Arnaldi che, dopo il lockdown del 2020, ha deciso di lasciare il suo lavoro in città per trasferirsi a Piaggia, piccolo borgo del comune di Briga Alta, e avviare una nuova attività.

"Questo luogo è sempre stato nel mio cuore e questo lo devo ai miei genitori, Milena e Luciano, che hanno comprato questa casa nel 1978, quando ero ancora piccola. Mi portavamo qui per farmi venire appetito  e per farmi respirare aria buona, cosa che nelle grandi città non è possibile" - racconta Monica Arnaldi - "Per me non è mai stata una cosa forzata finire la scuola di venerdì, mangiare un panino in macchina e salire nel mio posto, dove solo alla vista delle montagne che proteggono la vallata e che mutano colore in base alla stagione, mi sentivo meglio".

Piaggia è il paese delle vacanze dell'infanzia per la signora Monica che qui ha imparato a conoscere la natura con un gruppetto di altri 15 bambini che arrivavano da tutta Italia per trascorrere l'estate.

"D’inverno l’unico obiettivo era quello di sciare, una grande passione che ho tramandato a mio marito e ai miei figli" - racconta - "Nel 2020 durante il lockdown ho capito di voler cambiare vita. Dopo aver lavorato tanto nel mondo della ristorazione e non più volendo più avere una vita frenetica ho capito che mi serviva ritrovare quella pace che per me la città non dà". 

Nasce così la decisione di tornare al paese dei ricordi di infanzia, in particolare a Piaggia, trasferirsi e iniziare e una nuova vita, aprendo il B&B "DolceMente".

"Tutti abbiamo degli obbiettivi e adesso il mio è quello di godermi me stessa e la mia famiglia, e quindi quale posto migliore se non quel paese che è sempre stato un posto incantato nei miei ricordi?" - aggiunge - "La scelta di aprire un B&B è perché mi piace fare le cose fatte in casa come la pasta fresca i dolci, liquori, marmellate per poche persone, facendole sentire a casa anche con piccole accortezze". 

"Siamo molto felici" - commenta il sindaco di Briga Alta Federica Lanteri - "La presenza di strutture come "La Foresteria" di Carnino e "Locanda d'Upega" rappresenta una chiave di volta nella valorizzazione del territorio e ora anche Piaggia ora ha una struttura ricettiva con possibilità di pernottamento, servizio che mancava da più di 40 anni. Sarà certamente un incentivo al turismo con un influsso positivo per tutta l'area".

Arianna P.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium