/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2021, 08:36

Due giovani del Rotaract Club di Saluzzo collaborano con "I Ciliegi Selvatici" di Verzuolo

Iniziativa nell'ambito del progetto "Spazi APErti", che ha offerto una panoramica interessante e interattiva sul mondo delle api e della produzione del miele

Due giovani del Rotaract Club di Saluzzo collaborano con "I Ciliegi Selvatici" di Verzuolo

Mercoledì 15 e giovedì 16 settembre Chiara Miolano e Luca Madala, due dei ragazzi del Rotaract Club di Saluzzo hanno avuto l’occasione di collaborare con la cooperativa "I Ciliegi Selvatici" di Verzuolo, partecipando al progetto "Spazi APErti", progetto che ha offerto una panoramica interessante e interattiva sul mondo delle api e della produzione del miele.

La collaborazione con la cooperativa nasce dal service del Rotary Club di Saluzzo.

La cooperativa "I Ciliegi Selvatici" viene fondata da Gibi Vaschetto 10 anni fa per accogliere ragazzi e adulti con disabilità e inserirli in un contesto lavorativo, in particolare nella produzione di prodotti naturali.

In queste due giornate i ragazzi del Rotaract hanno affiancato i ragazzi della cooperativa partecipando a una lezione sul funzionamento dell’alveare, con l’ausilio di alcuni oggetti presenti fisicamente nella stanza quali un alveare, un melario e diversi telaini (tutti oggetti necessari per l’estrazione e la produzione del miele).

Sono stati illustrati i funzionamenti di questi macchinari e i diversi modi per rapportarsi pacificamente con le api e con l’alveare per l’estrazione del miele. I ragazzi hanno poi preso parte e due brevi giochi interattivi in cui venivano ripassati i nomi dei macchinari presentati precedentemente, e veniva messa in pratica una simulazione della marchiatura dell’ape regina.

Giovedì si è passati alla fase della produzione del miele: si è proceduto alla smielatura dei telaini da miele estratti dagli alveari, che sono stati inseriti in una centrifuga elettrica che ha permesso di estrarre il miele, il quale è stato successivamente invasettato.

Questa attività ha permesso ai ragazzi della cooperativa di mettersi in gioco attivamente e in prima persona per imparare un nuovo tipo di attività fortemente stimolante, oltre a aver dato loro la possibilità di passare due giornate alternative in compagnia di persone sconosciute (nello specifico i ragazzi del Rotaract e i volontari della cooperativa) ma accomunate dalla curiosità di conoscere meglio l’attività dell’apicoltore e della produzione di miele.

Alla fine della giornata ogni ragazzo ha ricevuto un attestato di partecipazione e un omaggio di un piccolo vasetto di miele appena prodotto.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium