/ Attualità

Attualità | 27 settembre 2021, 08:19

Anche Il Vicesindaco di Rifreddo Elia Giordanino all’XI ASSEMBLEA di Anci Giovani a Roma, dedicata alla “Ripartenza” e al PNRR

Insieme a lui, presenti giovani amministratori da tutta Italia e una affiatata delegazione Piemontese, tra cui anche il Vicepresidente di Anci Piemonte Michele Pianetta e il Senatore e Vicepresidente Vicario Roberto Pella

Anche Il Vicesindaco di Rifreddo Elia Giordanino all’XI ASSEMBLEA di Anci Giovani a Roma, dedicata alla “Ripartenza” e al PNRR

Il Vicesindaco Elia Giordanino è stato presente alla due giorni del 24 e 25 settembre convocata a Roma da Anci Giovani presso l’Auditorium della Conciliazione. Argomento protagonista il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), innovazione, turismo e ripartenza, dopo il lockdown dovuto all’emergenza sanitaria. Numerosi gli interventi e gli ospiti, dai ministri Renato Brunetta, Fabiana Dadone e Massimo Garavaglia al presidente di Anci Antonio Decaro e al presidente di Anci Giovani Luca Baroncini.

Insieme a lui, presenti giovani amministratori da tutta Italia e una affiatata delegazione Piemontese, tra cui anche il Vicepresidente di Anci Piemonte Michele Pianetta e il Senatore e Vicepresidente Vicario Roberto Pella. Il vicesindaco del piccolo comune della Valle Po ritorna soddisfatto e arricchito dall’esperienza di confronto che Anci propone ai giovani amministratori di tutta Italia e commenta: “Come nell’ultima assemblea fatta nel 2019 a Olbia, anche a Roma si è discusso di temi importanti e sentiti da tutti gli Amministratori, in particolare dei piccoli comuni, che rappresentano la maggioranza dei Municipi italiani, tra cui la riforma della Pubblica Amministrazione con una forte sburocratizzazione e la velocizzazione delle procedure amministrative, oltre che la carenza di personale data dal blocco delle assunzioni e all’enorme responsabilità che ogni giorno gli amministratori devono prendersi carico, senza alcuna tutela.

Infatti, è necessario che la classificazione delle esigenze di rappresentanza e governabilità dei municipi, sia scollegata dal mero numero degli abitanti del Comune e sia riconosciuto che le responsabilità di un sindaco di un piccolo comune sono esattamente le stesse di un primo cittadino di un grande centro urbano”. Tema fondamentale dell’assemblea è stato però il PNRR: è importante che questi ingenti fondi vengano investiti nei territori al meglio e all’unisono si è voluto trasmettere al mondo amministrativo che devono essere i giovani amministratori a dover guidare questo processo, dato che saranno loro il futuro ed inoltre hanno maggiore consapevolezza dei bisogni e delle richieste delle nuove generazioni.

Tuttavia, i giovani amministratori sono in diminuzione: i risultati di una recente ricerca Istat hanno riportato che solo il 28,4% degli amministratori comunali ha meno di 40 anni, con un dato in calo di 3 punti rispetto al 2010, mentre un sondaggio di Anci rileva che il 97% dei giovani amministratori pensa che sulla decisione di non candidarsi pesi abbastanza o addirittura molto l’immagine negativa dei politici nell’opinione pubblica, anche venendo spesso esposti a campagne diffamatorie sui social e sui media, che colpiscono pure i familiari.

“Quindi è importante – continua il vicesindaco di Rifreddo - un grande cambio di rotta, con un maggiore investimento e una forte incentivazione per i giovani a mettersi in gioco nel mondo dell’amministrazione locale, in modo da permettere che il futuro della governance del nostro paese sia in mano alle nuove generazioni”

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium