/ Sanità

Sanità | 25 novembre 2021, 11:16

Cuneo, al Movicentro prosegue lo smantellamento del centro vaccinale [GALLERY]

L'interno della struttura, nella mattinata di oggi (giovedì 25 novembre), appare vuoto: i tavoli sono spogli, le sedie di plastica impilate l'una sull'altra e pronte per essere portate via

Foto di: Simone Giraudi

Foto di: Simone Giraudi

Proseguono i lavori di smantellamento del centro vaccinazione al Movicentro di Cuneo: la struttura vaccinale, che ha chiuso i battenti ufficialmente sabato 20 novembre, aveva aperto il 20 marzo scorso con operatività inizialmente prevista fino al 31 ottobre. A monte della decisione di chiudere la struttura l'intenzione dell'ASL Cn1 di razionalizzare le vaccinazioni e concentrarle principalmente verso il centro vaccinale della Bertello di Borgo San Dalmazzo.

L'interno della struttura, nella mattinata di oggi (giovedì 25 novembre), appare vuoto: i tavoli sono spogli, le sedie di plastica su cui le persone attendevano - dopo la vaccinazione - gli ormai classici 15 minuti prima di uscire dalla tendostruttura sono impilate l'una sull'altra e pronte per essere portate via. Si sta procedendo alle operazioni di pulizia interne.

«Abbiamo sempre collaborato in modo molto proficuo con ASL Cn1 in tutti questi mesi – hanno dichiarato il sindaco Federico Borgna e l’assessore alla Protezione Civile Davide Dalmasso in un comunicato stampa ufficiale – e continueremo in questa direzione. Certo per i cuneesi sarà leggermente più scomodo doversi recare a Borgo, ma crediamo che razionalizzare le energie dopo tutti questi mesi sfiancanti possa essere una soluzione logica. Gli sforzi fatti ci hanno premiato e le recenti classifiche che vedono la città di Cuneo come la più vaccinata del Piemonte ci fanno dire che il lavoro è stato egregio. A tal proposito ci preme ringraziare tutti quelli che ci hanno dato una mano, a partire da gruppi e associazioni come il gruppo comunale dei volontari di Protezione Civile, l’Associazione Volontari Ospedalieri Onlus, la LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori), l’A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia), l’Associazione Nazionale Alpini, la delegazione provinciale dell’Associazione Fuoristradistica Piemontese e i volontari di Angeli in Moto. In totale oltre 160 persone che hanno offerto il loro tempo per il bene della comunità. Un ringraziamento va anche agli sponsor e a tutto il personale sanitario, che ha contribuito in maniera determinante  al successo della campagna vaccinale a Cuneo. La speranza adesso è di uscire il prima possibile da questa situazione, per poter ritornare ad una vita normale, come prima della pandemia».

Simone Giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium